Questo sito contribuisce alla audience di

Dall'Omo: Il poeta e l'amore

Un cd della Jazz today-Ermitage segna l'esordio come cantautore del chitarrista bolognese

Definire il bolognese Daniele Dall’Omo soltanto come chitarrista di Paolo Conte, se da una parte serve ad inquadrarlo meglio, dall’altra sembra quasi circoscrivere la sua carriera.
In realtà la chitarra ce l’ha nel sangue e, prima del 1991, anno in cui è iniziato il suo sodalizio con il cantante genovese, Dall’Omo aveva già un discreto bagaglio musicale.
La grande esperienza maturata in questi ultimi anni, lo ha spinto ad esordire come cantautore ed il risultato finale è racchiuso nei dieci brani che compongono il cd Il poeta e l’amore, inserito nel catalogo della Jazz today, diretta emanazione della Ermitage.
Si tratta di una serie di canzoni d’amore, che toccano tutte le corde, da quelle ironiche e scanzonate a quelle romantiche e struggenti.
C’è sicuramente molto di personale dietro le vicende narrate ma, anche dove si comprende che il protagonista del brano non è lui, la netta sensazione è che la fonte di ispirazione sia qualcuno che Dall’Omo conosce molto bene.
Così, c’è chi sposa la ballerina orientale capitata, per caso, in un locale notturno, chi ingaggia un sensuale e pericoloso tango con una donna giunonica incrociata alla fermata del tram o chi, come il mitico Augusto, utilizza la crociera per fare stragi di cuori.
Se questo è il lato maggiormente ironico dell’autore, volto a smitizzare lo stereotipo del maschio italiano, mediante testi e ritmi appropriati, vi sono anche diverse canzoni dove prevale il sentimento.
Fra queste ricordiamo Il poeta e l’amore, Pensiero per te e Fragili, dove l’accompagnamento è affidato alla sola chitarra, vere e proprie serenate, che descrivono storie non sempre a lieto fine.
In conclusione un disco molto bello, dove la buona musica si abbina sempre a testi che fanno riflettere, per cui può essere preso come esempio della presenza in Italia, fuori dai circuiti usuali, di una musica leggera di qualità.