Questo sito contribuisce alla audience di

Korngold: The Sea Hawk e Deception

La Naxos propone l'integrale delle partiture originali di due colonne sonore scritte dal grande compositore austriaco

Erich Wolfgang Korngold nacque a Brno nel 1897, figlio di Julius, noto ed influente critico musicale, di origini ebraiche.

Bambino prodigio, a soli 6 anni cominciò a studiare musica con Zemlinsky e, sia Mahler che Richard Strauss, furono colpiti dalla sua precoce maturità musicale.

Si distinse subito come compositore, ma fu anche un ottimo pianista ed un apprezzato direttore d’orchestra.

Il suo repertorio toccò tutti i generi della classica ed il suo approdo al cinema fu abbastanza casuale, ma si rivelò fondamentale per il prosieguo della sua carriera.

Il primo contatto con Hollywood avvenne nel 1934, quando il produttore Max Reinhardt, con il quale aveva collaborato in gioventù, lo chiamò dal suo esilio statunitense per fargli arrangiare le musiche di Mendelssohn del “Sogno di una notte di mezza estate”, da utilizzare nel film dedicato all’omonima commedia di Shakespeare.

Da quel momento il suo nome divenne celebre e, legatosi alla Warner Bros, cominciò a fare la spola fra l’Austria e gli Stati Uniti, dove alla fine si stabilì per evitare di rimanere vittima delle persecuzioni razziali.

Scrisse poco meno di una ventina di colonne sonore, tutte memorabili, la cui fama spesso oltrepassò quella del film che accompagnavano, ottenendo 4 nomination e 2 Oscar, nel 1936 per Anthony Adverse (Avorio Nero) e nel 1939 per The Adventures of Robin Hood (La Leggenda di Robin Hood).

Tale repertorio è stato sovente utilizzato per dare luogo a interessanti raccolte, ma mai a incisioni integrali, fino a che non è giunta la Naxos, che nella sua collana Film Music Classics, si è occupata a più riprese di Korngold.

Buon ultimo è uscito recentemente un doppio cd, rivolto alla esecuzione completa della partitura originale dei film The Sea Hawk (1940, Lo sparviero del mare) e Deception (1946, Il prezzo dell’inganno).

Il primo era il classico “film di cappa e spada”, con Errol Flynn protagonista, nel ruolo di un pirata al servizio di sua maestà britannica, mentre il secondo aveva come star Bette Davis, immersa in un triangolo “musicale”, che la vedeva dividersi fra un compositore, del quale era allieva ed amante, ed il marito violoncellista.

Senza andare troppo nei dettagli, le due colonne sonore inquadrano in maniera esauriente le peculiarità dell’inconfondibile stile di Korngold, che trovava nella musica da film, più che in ogni altro genere da lui frequentato, un terreno quanto mai fertile per far emergere la sua enorme cultura.

Se analizziamo con maggiore attenzione le musiche, riconosciamo qua e là cenni e brevi sequenze che riportano innanzitutto a Mahler e, andando a ritroso, al cosiddetto classicismo viennese, fino ad altri grandi compositori come Bach.

Il risultato complessivo porta ad una capacità unica di ricreare atmosfere, siano esse legate a storie avventurose o a drammi passionali, mediante brani che vivono bene al di fuori della realtà filmica e, nel contempo, una volta noto l’argomento, ti fanno immaginare le scene della pellicola, anche se non l’hai mai vista.

Per tale motivo, l’esecuzione dei brani necessita di una compagine all’altezza e, nel doppio cd della Naxos, il Coro e l’Orchestra Sinfonica di Mosca, diretti da William Stromberg, forniscono un decisivo apporto, facendo emergere sia la potenza che le sfumature di due composizioni di grande effetto.

Ricordiamo ancora il bravo Alexander Zagorinsky, solista nel Concerto per violoncello inserito in Deception e l’infaticabile John Morgan, alle cui pazienti ricerche si deve il recupero delle partiture originali.

Degno di nota, infine, risulta il libretto di accompagnamento, ricco di notizie e curiosità relative alle vicende riguardanti la lavorazione di entrambe le pellicole.

Chiudiamo consigliando caldamente questa prima registrazione mondiale delle due colonne sonore, che rappresenta anche il modo migliore per celebrare i 50 anni dalla morte di un autore ancora troppo poco conosciuto.