Questo sito contribuisce alla audience di

Comunicato Stampa Accademia Musicale Chigiana

GIOVEDÌ 10 LUGLIO PER LA 65ESIMA SETTIMANA MUSICALE SENESE SIR PETER MAXWELL DAVIES ALLA CHIGIANA CON UN CONCERTO OMAGGIO A LUI DEDICATO

L’Accademia Musicale Chigiana omaggia il celebre compositore inglese Peter Maxwell Davies in un concerto con sue musiche, fra cui la prima esecuzione assoluta della Sonata per violoncello e pianoforte, giovedì 10 luglio alle ore 21.15 a Palazzo Chigi Saracini (via di Città 89, Siena); interpreti saranno il Divertimento Ensemble diretto da Sandro Gorli e due solisti del calibro di Bruno Canino e Vittorio Ceccanti.

Nato a Manchester nel 1934, Sir Peter Maxwell Davies quest’anno sarà a Siena per la prima volta in veste di docente nel seminario di composizione dal 28 al 31 luglio all’interno dei prestigiosi corsi estivi della Chigiana. È riconosciuto come uno dei principali compositori dei nostri tempi; vive nelle Isole Orkney nella costa a nord della Scozia, dove scrive gran parte delle sue musiche. Il suo catalogo, che abbraccia vari decenni, comprende una vasta gamma di generi musicali e di stili. La sua riconosciuta capacità di comunicare direttamente al pubblico si manifesta tanto nei riguardi dei suoi lavori sinfonici più impegnati che nei lavori di teatro musicale scritti per bambini o nelle opere più brillanti e talvolta bizzarre. Giunse alla notorietà alla fine degli anni Sessanta con brani di teatro musicale neo-espressionista come Eight Songs for a Mad King (presentate in concerto anche a Siena), Versali Icones, partiture orchestrali come Wordless Bliss e St. Thomas’ Wake, l’opera Taverner e molti lavori composti per il famoso sestetto da camera Fires of London. Dal 1970 il suo catalogo include Concerto per tromba, 8 Sinfonie e 10 Strathclyde Concertos scritti per la Scottish Chamber Orchestra, oltre a molti lavori per giovani esecutori;nel 2004 è stato nominato Maestro di Musica della Regina di Inghilterra. Quest’anno e nel 2009 numerose composizioni di musica da camera e per coro saranno eseguite in prima assoluta al Festival di Cheltenham Festival, al City of London Festival, al St Magnus Festival e a Liverpool.

Il programma della serata si aprirà con Fantasia on a Ground and Two Pavans (da Henry Purcell) per flauto piccolo, clarinetto, violino, violoncello, percussioni e clavicembalo, rielaborazioni di Purcell del tutto originali o per dirla con le parole dello stesso compositore “immorali” scritte nel 1968. A seguire la novità assoluta della Sonata per violoncello e pianoforte “Sequentia Serpentigena” dedicata a Vittorio Ceccanti che ne sarà anche l’interprete insieme a Bruno Canino. E’ lo stesso Maxwell Davies a spiegare come “La Sonata, divisa in sei movimenti, è una diretta conseguenza del mio incontro con le pievi della Toscana. In particolare, essa è stata ispirata dalla natura sfuggente ed enigmatica dell’iconografia delle immagini delle sculture in pietra che in esse si trovano. Mi sono concentrato su una sola immagine, quella del serpente, che nella tradizione ebraico-cristiana, è il simbolo della tentazione e del tradimento, e del peccato in generale. […] Ho preso come base dell’intero lavoro il canto gregoriano proprio del Giovedì Santo, Traditor autem dedit eis signum, che riguarda il tradimento di Gesù da parte di Giuda”.

Chiude il programma Eight Songs for a Mad King per baritono ed ensemble strumentale (solista Maurizio Leoni). Da lungo tempo confermatosi come un classico del teatro musicale – a detta di Paul Griffiths – il lavoro è una stravagante, conturbante, straziante rappresentazione della pazzia. Il re è Giorgio III d’Inghilterra – o forse un altro pazzo che crede di essere quel monarca – che vocalizza stranamente lamentandosi del suo destino e tentando di insegnare a cantare ai suoi uccelli-strumentisti. Gli esecutori degli strumenti ad arco e a fiato sono le vittime della sua infermità di mente, destinati a suonare da dentro a gabbie giganti, mentre il percussionista è il suo guardiano che cerca di tenerlo dentro i confini di una sensibilità musicale disturbata. Oltre ai propri strumenti, gli esecutori manovrano dei congegni meccanici che riproducono il canto degli uccelli e il percussionista ha una raccolta di richiami per uccelli.

Per ulteriori informazioni

tel.: 0577 22091

Sito web: www.chigiana.it

Ufficio stampa Settimana Musicale Senese 2008

Anna Dalponte

cell.: 330 287740

e-mail: dalann@tiscali.it

Sara Ciccarelli

cell.: 339 7097061

sara.ciccarelli@fastwebnet.it

Ufficio stampa Accademia Musicale Chigiana

Agenzia Freelance

tel.: 0577 219228 - 272123

Sonia Corsi

cell.: 335 1979765

Agnese Fanfani

cell.: 335 1979385

e-mail: relazioni@chigiana.it