Questo sito contribuisce alla audience di

Lo spagnolo Paradell-Solé ospite dei "Vespri d'organo"

Alla chiesa napoletana di S. Caterina a Chiaia quinto appuntamento del festival organizzato dall'Associazione Trabaci

Comunicato stampa dell’Associazione Trabaci

Lunedì 2 marzo, alle ore 18.45, nella Chiesa di S. Caterina a Chiaia, quinto appuntamento con la III edizione della rassegna “Sette secoli di musica sacra per organo a Napoli - Vespri d’organo”, organizzata dall’associazione organistica Giovanni Maria Trabaci.

Attesissimo ospite del concerto lo spagnolo Juan Paradell-Solé, Organista titolare della Patriarcale Basilica di Santa Maria Maggiore in Roma, che inizierà il suo programma con due brani bachiani, la Sinfonia dalla Cantata “Wir danken dir” (BWV 29) nella trascrizione per organo del francese Guilmant e O Mensch, bewein’ dein’ Sünde gross (BWV 622), uno dei Corali di argomento quaresimale dell’Orgelbüchlein.

Sarà poi la volta della celebre Suite Gothique del francese Léon Boëllmann (1862-1897), nipote e allievo di Gigout, seguita dalla Melodía gótica dello spagnolo Bernardo Julià (1922) con la quale entreremo nel repertorio del Novecento.

Sempre nell’ambito della produzione organistica dello scorso secolo si inquadra la successiva Toccata di Jan Nieland (1903-1963), compositore, organista e didatta olandese, che precederà le Quattro “Saetas”, brani tradizionali legati alle processioni della Settimana Santa, scritti da padre Eduardo Torres (1872-1934), attivo a Siviglia come maestro del coro della cattedrale.

Chiuderà l’interessante recital la Toccata, dalla Suite op. 5, di Maurice Duruflé (1902-1986), solenne composizione degli anni ‘30, dove già si avverte lo stile che avrebbe reso famoso uno dei massimi organisti francesi, in gioventù assistente di Vierne alla cattedrale parigina di Notre Dame.

Prossimi appuntamenti della rassegna, sabato 14 marzo, alle 19.15, nella Chiesa dell’Immacolata al Vomero, nell’ambito delle celebrazioni del 25° Anniversario dell’Organo Mascioni, con il recital di Olga Laudonia e mercoledì 8 aprile, ore 18.45, presso la chiesa di S. Caterina a Chiaia, con il concerto del maestro Livio De Luca.

L’ingresso è libero

Per ulteriori informazioni
Associazione Organistica “G.M.Trabaci”
Via Duca di San Donato 28 Napoli
Tel.: 081.5634518 / 339.5389103
e-mail: associazionetrabaci@alice.it
sito web: www.associazionetrabaci.it


Juan Paradell-Solé
Juan Paradell-Solé, 1° organista titolare della Papale Basilica Liberiana di Santa Maria Maggiore in Roma, e docente di Organo e Canto Gregoriano presso il Conservatorio di Musica di Benevento.

Inizia lo studio della musica con il gregorianista P. Albert Foix. Dopo i corsi regolari nel Conservatorio municipale della sua città natale, Igualada (Barcelona) in Spagna, e nel Conservatorio del Gran Teatro del Liceo di Barcelona, inizia lo studio dell’organo con la Prof.ssa Montserrat Torrent.

Frequenta il 7° e 8° corso di Direzione Corale e Pedagogia musicale in Lleida (Spagna,1970-71), con i maestri Leopold Massó ed Erwin List.

Nel 1973 si trasferisce a Roma per proseguire gli studi di organo,pianoforte e composizione con il Prof..Mons.Valentí Miserachs, diplomandosi sotto la sua guida in Organo e Composizione Organistica. Posteriormente si è perfezionato in Germania con il Prof. Günther Kaunzinger.

Svolge un’intensa attività concertistica in molti paesi europei e Sud America partecipando ad importanti Festivals organistici internazionali: Roma, Padova, Torino, Venezia, Parma, Ravenna (San Vitale), Cagliari, Ragusa, Campobasso, Barcelona, León, Sevilla, Málaga, San Sebastián (56a Quincena Musical), Palma de Mallorca, per il XI, XIII e XVIII ciclo “Els orgues de Catalunya”, Palau de la Musica di Valencia, Salisburgo, Berlino, Londra(Cattedrale di S.Paul),Passau, Altenberg, Copenhagen, Sorø (Danimarca), Heeswijk (Olanda), Principato di Monaco, 50° Festival d’Avignon, Cannes, L’Alpe d’Huez, Alsazia, Lucerna, Losanna, Cambridge, Helsinki, Tampere, Praga, Varsavia, Bruxelles, Brugge …

Ha interpretato in concerto numerose opere di vari compositori contemporanei in prima esecuzione assoluta.

Ha registrato per la radio e la televisione di Stato (RAI),la Radio Vaticana, due volte per la DeutschlandRadio di Berlino, Radio São Paulo (Brasile), “Catalunya Música”, nonché per alcune emittenti televisive locali, italiane e spagnole.

Con il Coro “ I Polifonisti Romani” ha inciso due CD con musiche di L.Perosi e V. Miserachs. E numerose incisioni per la Elledici.