Questo sito contribuisce alla audience di

Vittorio Ceccanti e Corrado Greco ospiti di “Diciassette & Trenta Classica 2009”

Giovedì 19 marzo due talenti musicali in concerto al Teatro Diana, per un appuntamento che omaggia lo sperimentalismo del secolo scorso, la musica contemporanea, la ricerca

Comunicato stampa Teatro Diana di Napoli

Giovedì 19 marzo, alle ore 17.30, al Teatro Diana (via Luca Giordano, 64 – Napoli), per il quarto appuntamento pomeridiano con la rassegna “Diciassette & Trenta Classica”, concerto di Vittorio Ceccanti (violoncello) e Corrado Greco (pianoforte).

In programma la Sonata n. 3 in sol maggiore di Boccherini, la Suite Italienne di Stravinskij, la Sequentia Serpentigena di Peter Maxwell Davies, dedicata a Vittorio Ceccanti, le Variazioni di bravura su una sola corda su temi del “Mosè” di Rossini composte da Paganini.

Costo del biglietto: 12 Euro

Ufficio stampa Teatro Diana
tel.: 0815781905
e-mail: claudiamirra@teatrodiana.it
segreteria@teatrodianamusica.it

Botteghino
tel.: 0815567527
Siti web: www.teatrodianamusica.it
www.teatrodiana.it

Vittorio Ceccanti
Presidente di ContempoArtEnsemble, da sempre è impegnato nella diffusione e promozione della musica contemporanea, lavorando a stretto contatto con i maggiori compositori viventi.

Oltre a essere protagonista di prime esecuzioni mondiali di brani solistici a lui dedicati da Maxwell Davies, Berio, Vacchi, Fedele, Boccadoro, Campogrande, Dall’Ongaro, Sani, Colasanti, Vacca, Mosca, Colombo Taccani e De Pablo, ha inciso otto cd di autori contemporanei per l’etichetta ARTS, BMG Ricordi e Stradivarius.

Ha registrato le musiche di Fabio Vacchi per violoncello solo, per violoncello e piano e per trio, per i film “Il Mestiere delle armi” e “Centochiodi” di Ermanno Olmi.

Tra gli impegni più recenti ha eseguito il concerto per violoncello di Maxwell Davies in diretta Rai Radio3 con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI sotto la direzione del compositore al Festival Settembre Musica di Torino.

Ha eseguito, in tour, i concerti per violoncello e orchestra di Dvorak, di Schumann, di Boccherini e di Haydn e ha diretto la Scottish Chamber Orchestra e i Solisti Aquilani.

E’ stato ospite di Radio3 Suite con le sonate di Beethoven e per la seconda volta è stato ospite del Festival del Maggio Musicale Fiorentino con Levante di Ivan Fedele per violoncello solista in prima esecuzione italiana.

Da cinque anni, l’artista è impegnato in tournée in Corea, dove, al “Seoul Arts Center”, nella prestigiosissima serie di concerti che vedeva ospite, tra gli altri, Riccardo Muti con la Filarmonica della Scala, ha eseguito il Triplo Concerto di Beethoven e il ciclo delle sonate e dei trii, in occasione dell’evento “Beethoven in Seoul Tour Concert”.

Nel 2006 ha realizzato per EMI CLASSICS l’incisione discografica dell’integrale delle sonate e variazioni di Beethoven con il pianista Chong Park, e per BRILLIANT CLASSICS l’opera completa di Chopin, per violoncello e pianoforte ed il trio op. 8.

In allegato alla rivista AMADEUS del mese novembre 2008, è stato pubblicato il cd con le opere complete per violoncello e pianoforte di Mendelssohn registrato insieme a Bruno Canino.

Nel 2008 ha eseguito in prima assoluta la sonata per violoncello e pianoforte a lui dedicata da Peter Maxwell Davies per la Settimana Musicale Chigiana di Siena, l’integrale delle 5 sonate e variazioni di Beethoven in un solo concerto presso la LG Art Hall di Seoul, il Triplo Concerto di Beethoven con la Camerata Strumentale di Prato per il Decennale dalla sua fondazione e una tournèe negli Stati Uniti.

Dopo essere stato a lungo allievo dei corsi di perfezionamento estivi dell’Accademia Chigiana, dal 2000 ne è diventato collaboratore come Maestro Assistente Strumentista nei corsi di composizione di Azio Corghi e Luis Bacalov.

Dal 2007 tiene la master class di violoncello al Gubbio Summer Festival.

“Il modo di suonare di Vittorio Ceccanti unisce allo stesso tempo poesia e temperamento. Le sue rare qualità lo rendono uno dei maggiori talenti del mondo musicale di oggi” - Natalia Gutman

“Sono rimasto molto impressionato dal suo grande talento”- Sir Georg Solti.

“Dalla prima volta che ho conosciuto Vittorio Ceccanti mi hanno impressionato la sua maturità e la sua intelligenza. È un musicista eccezionale, tecnicamente ed intellettualmente. È dotato di una straordinaria abilità strumentale e di una profonda percezione della musica” - Luciano Berio.

Corrado Greco
Diplomato in pianoforte a diciannove anni col massimo dei voti e la lode presso l’Istituto V. Bellini di Catania, sotto la guida di Maria Anna Trigila, si è perfezionato con Alberto Mozzati, Paul Badura-Skoda, Michele Campanella, Laura De Fusco, e lungamente con Bruno Canino.

Al Conservatorio di Milano si è diplomato a pieni voti in Composizione e in Musica Elettronica.

Premiato in importanti concorsi pianistici nazionali ed internazionali (Treviso, Enna, Taranto, Como, Messina, Senigallia, Monza fra gli altri), ha rappresentato l’Italia al 4° Invitational International Piano Competition di Palm Beach (USA), riservato ai vincitori di primi premi in concorsi internazionali.

Musicista eclettico e versatile, suona stabilmente come solista e collabora, in duo e in varie formazioni da camera, con musicisti di fama internazionale (quali Mario Ancillotti, Rodolfo Bonucci, Vittorio Ceccanti, Pierre Hommage, Massimo Quarta, Giovanni Sollima, Lorna Windsor) e per importanti istituzioni musicali italiane (Società dei Concerti, Serate Musicali, Milano Classica, Pomeriggi Musicali, Festival dei Due Mondi, Accademia Chigiana, Settimane Musicali Internazionali di Stresa), e straniere (in USA, Russia, Svizzera, Francia, Germania, Spagna, Portogallo, Egitto, Slovenia, Belgio, ecc).

Affianca all’attività concertistica un forte interesse per la didattica, la multimedialità e la sperimentazione musicale: ha pubblicato due testi per la Warner Bros italiana, e ha collaborato con Adriano Abbado alla realizzazione di un CD-Rom sul Don Giovanni di Mozart.

Recentemente ha suonato in duo pianistico con Bruno Canino, in quintetto con un ensemble dei Berliner Philharmoniker, con orchestra nel Triplo Concerto di Beethoven, al Palazzo del Quirinale a Roma (in diretta Euroradio) e ha effettuato la sua prima tournée in Giappone.

Dal 2001 è direttore artistico della Stagione Concertistica dell’Università dell’Insubria di Varese, presso cui si occupa anche, in qualità di professore a contratto, di ricerche relative alla comunicazione musicale e la multimedialità.

Nel 2004 gli è stato conferito il Premio Internazionale Sicilia – Il Paladino.