Questo sito contribuisce alla audience di

Il Coro Mysterium Vocis al Vomero

Domenica 4 ottobre il prestigioso ensemble vocale si esibirà nella chiesa di S. Francesco

Logo Mysterium VocisDomenica 4 ottobre 2009, alle ore 20.00, nella chiesa di S. Francesco al Vomero (via Aniello Falcone - Napoli), concerto del Coro Mysterium Vocis, diretto da Rosario Totaro.

In programma musiche di F. J. Haydn, J. G. Albrechtsberger e Palumbo

Coro Polifonico Mysterium Vocis

Il coro polifonico Mysterium Vocis nasce nel maggio 1992 dall’incontro di musicisti provenienti da altre esperienze corali.

Sin dall’inizio il gruppo si è proposto di indagare nel vasto campo del suono vocale, ricercando attraverso l’auto-ascolto prima e la riproduzione poi, il proprio suono e la propria dimensione sonora.

Il nome stesso del gruppo esprime la direzione di questa ricerca, volta soprattutto all’approfondimento delle possibilità espressive di ogni singola frase musicale.

Dalla sua costituzione ad oggi il coro ha svolto un’intensa attività concertistica, proponendo partiture desuete appartenenti alla tradizione musicale napoletana sei-settecentesca, come il concerto monografico su Francesco Durante (Napoli, Chiesa di San Pietro a Majella - maggio 1996), nonché la prima esecuzione moderna della Messa Pastorale di Pietrantonio Gallo (Napoli, Conservatorio San Pietro a Majella - dicembre 1997) e del Dixit Dominus dello stesso autore (Napoli, Chiesa di San Gregorio Armeno - dicembre 2001).

Nel settembre 1997 il coro ha partecipato alla rappresentazione de La clemenza di Tito di Mozart, nell’ambito della cinquantunesima Stagione Lirica del Teatro Sperimentale “A. Belli” di Spoleto.

Da anni il coro collabora attivamente con il Centro di Musica Antica di Napoli e con la Cappella della Pietà de’ Turchini diretta da Antonio Florio. Nell’ambito di questa collaborazione, il coro ha partecipato alle registrazioni della casa discografica francese Opus111-Naïve: Vespro in festo Sancti Philippi Neri, su musiche di Provenzale e Veni Creator Spiritus su brani di Jommelli, Porpora e Cafaro.

Nell’ottobre 1999 il coro ha eseguito un concerto monografico su Fabrizio Dentice presso l’Accademia di Santa Cecilia in Roma (concerto ripetuto a Napoli nel maggio 2003, presso l’ex Refettorio del Complesso Monumentale di San Lorenzo Maggiore).

Sempre nell’ambito delle stagioni concertistiche del Centro di Musica Antica di Napoli, il coro ha partecipato alle rappresentazioni dell’oratorio Nativitas di Gaetano Panariello (dicembre 1998) e del Dido & Aeneas di Purcell (marzo 1998; novembre 2000), opera eseguita anche per il Festival Monteverdi di Cremona (maggio 2000).

Per la stagione concertistica del Teatro San Carlo di Napoli ha eseguito i Mottetti per le Quarant’ore di Padre Erasmo de’ Bartoli (ottobre 2001), mentre per il Festival dell’Aurora di Crotone il coro si è distinto con due concerti su musiche di Pergolesi (maggio 2002).

Recentemente il coro, in collaborazione con la Fondazione Napolitano, ha eseguito la Petite Messe di Rossini a Castellammare di Stabia (dicembre 2002) e Napoli (gennaio 2003), prendendo parte al contempo alla Stagione concertistica dell’Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli nell’ambito di un concerto monografico su Mozart in collaborazione con la Pietà de’ turchini (gennaio 2003). Nell’agosto 2003 ha riproposto per il Ravello Festival il Dido & Aeneas di Purcell con la Cappella della Pietà de’ Turchini di Antonio Florio ed ha eseguito il Gloria di Vivaldi sotto la direzione di Vladimir Spivakov.

Nel dicembre 2003 ha eseguito presso la Cattedrale di Castellammare di Stabia il Dixit Dominus di Pietrantonio Gallo ancora in collaborazione con la Cappella della Pietà de’ Turchini.

Nel marzo 2004 ha eseguito un concerto monografico su musiche di Claudio Monteverdi tra cui la Messa a 4 voci ed alcuni salmi e mottetti, mentre nel mese di luglio, per l’Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli, ha eseguito un concerto con brani di Mendelssohn, Brahms, Auric, Pildain, Rodrigo ed altri.

Ad agosto il gruppo si è nuovamente esibito al Ravello festival, eseguendo The Fairy Queen di Purcell in collaborazione con la Cappella de’Turchini. Nel marzo del 2007 il gruppo si è esibito con grande successo ad Helsinki nell’ambito del prestigioso Festival di Kirkko Soikoon,con un programma di musica sacra di scuola napoletana.

A conclusione delle celebrazioni per i 250 anni dalla morte di Domenico Scarlatti il coro ha tenuto nel gennaio del 2008 un concerto monografico sulle composizioni sacre dell’autore napoletano presso il centro di Musica Antica Pietà De’ Turchini.

A marzo il gruppo ha presentato l’Officio delle Tenebre del Venerdì Santo con l’integrale dei Responsori del Venerdì Santo di Gesualdo da Venosa. Da maggio ad Ottobre del 2008 l’Associazione Mysterium Vocis ha presentato la sua prima stagione musicale di 8 concerti “La gabbia delle voci”presso la Chiesa di Santa Caterina da Siena in Napoli, gentilmente concessa dal centro di musica antica Pietà dè Turchini,che oggi sta vedendo la sua Seconda edizione.