Questo sito contribuisce alla audience di

Aulodie fra terra e cielo

Martedì 23 marzo 2010 la flautista Renata Cataldi ospite di Convivio Armonico al Teatro Sancarluccio

Logo Convivio ArmonicoMartedì 23 marzo, alle ore 21.15, al Teatro Sancarluccio (via S. Pasquale a Chiaia 49), per la rassegna Convivio Armonico Area Arte Associazione Culturale Mediterranea presenta il concerto della flautista Renata Cataldi dal titolo “Aulodie, musiche e letture fra terra e cielo” con la partecipazione dell’attore Luigi Iacuzio (voce recitante)

In programma musiche di Bach, Telemann, Debussy e Jolivet con lettura di testi di Leopardi, Rimbaud, Campana, Saba, Penna, Grazia Deledda

Costo del biglietto: 8 Euro

Per ulteriori informazioni
Area Arte
Associazione Culturale Mediterranea
Centro di ricerca sul ‘700 Napoletano
Via S.Pasquale a Chiaia, 49 Napoli
Tel.: 081-405000 – 081-426161
Cell.: 3472430342
e-mail: areaarte@lemusichedacamera.it;ensemble@lemusichedacamera.it
sito web: www.lemusichedacamera.it

Teatro Sancarluccio
Via San Pasquale a Chiaia, 49
80121 Napoli
Tel: 081405000
Fax: 081426161
e-mail: sancarluccio@teatrosancarluccio.com
Sito web: www.teatrosancarluccio.com

————————————————————————————————

Note al concerto

Da sempre la musica per flauto è legata alla rappresentazione di un immaginario magico.

Il concerto parte da questo presupposto per sconfinare in un mondo fantastico che si nutre delle metafore letterarie di poeti come Leopardi, Rimbaud, Campana, Saba, Penna, Grazia Deledda.

Il programma pone musica e letteratura in un comune universo poetico che si interroga sul mondo naturale e le sue forze creatrici, ma anche su che cosa è l’arte e sul significato della musica.

Nelle musiche, così come nelle parole, sarà possibile rintracciare le stesse forme di un’arte alla ricerca di se stessa e “votata a far leva sul sentimento dell’umano”: dall’impulso erotico del dio Pan che si aggira nella boscaglia nel flauto primigenio di “Syrinx” all’ ”espressione magica e incantatrice” delle “Incantations” di Jolivet passando attraverso le simmetrie delle forme barocche.

Il fauno di Debussy, metà uomo metà capro, non è da solo “nella boscaglia”, non è sempre isolato come la capretta dal viso semita di Saba “sola nel prato” e “legata”; sarà accompagnato da altre creature della fantasia letteraria, testimoni di vicende umane, come gli uccelli delle Operette morali di Leopardi o il pulcino di Rukh delle Mille e una Notte o gli uomini-pesce babilonesi; talvolta apparirà trasfigurato.

E’ questo il caso dell’aulodia del bosco di Grazia Deledda dove il “soufflé” di un misterioso suonatore di flauto, che impressiona e commuove, riflette le luci e le ombre della natura come dell’animo umano.

Che cosa è l’arte? Quale il significato della musica? Un’unica risposta è forse possibile, e a una voce sola.

————————————————————————————————

Prossimo Appuntamento

Domenica 28 marzo 2010, ore 19.00 - Basilica Reale di S. Francesco di Paola (piazza del Plebiscito)

Concerto dell’Ensemble Le Musiche da Camera dal titolo “Sacre Armonie”.
In programma musiche di G. Abos e Alessandro Scarlatti