Questo sito contribuisce alla audience di

Festa della Musica Europea 2010

Nella chiesa dell’Immacolata al Vomero una serata all’insegna della coralità

Logo Festa della MusicaFra gli eventi (numerosi ma non troppo), che hanno caratterizzato a Napoli la recente Festa della Musica Europea, la chiesa dell’Immacolata al Vomero è stata la sede di un interessante concerto corale, organizzato dall’Associazione Coro Polifonico Beata Virgo Maria e patrocinato dal Ministero dei Beni Culturali, dalla Feniarco (Federazione Nazionale Italiana Associazioni Regionali Corali) e dall’ARCC (Associazione Regionale Cori Campani).

Conduttore della serata, che prevedeva, in contemporanea, l’esibizione di altre formazioni nel Santuario di Pompei e a Cava dei Tirreni, è stato l’avvocato Amedeo Finizio, presidente del Coro Polifonico S. Caterina a Chiaia.

Dopo un breve saluto del parroco della chiesa, padre Leonardo Mollica, il concerto ha avuto inizio con il Gruppo Vocale Accordo Libero, diretto dal maestro Enzo Martinelli.

Piccola, ma significativa realtà di Battipaglia (Sa), l’ensemble ha interpretato, “a cappella”, un repertorio che andava dal basco Busto ai Negramaro.

Seconda compagine l’Ensemble Vocale AXIA, diretto da Andrea Guerrini ed accompagnato all’organo da Giuseppe Ganzerli, che ha spaziato fra la musica sacra di Domenico Scarlatti e Vivaldi, e la musica profana di Marenzio, Mozart e Attaignant.

Da un gruppo già affermato ed esperto ad uno di recentissima formazione, il Coro Polifonico S. Caterina a Chiaia, diretto da Mauro Castaldo, con Maurizio Rea all’organo, che ha proposto un programma interamente sacro, evidenziando i notevoli progressi fatti in un arco di tempo molto breve.

E’ stata poi la volta del Coro “Ad Libitum” di Salerno, formato tutto da giovanissimi e diretto da Raffaela Scafuri (assente giustificata), vincitore un paio di settimane fa del “Solevoci Contest” 2010 a Varese come migliore gruppo pop/gospel, che ha portato una ventata di grande freschezza ed energia.

Chiusura affidata alla formazione della chiesa ospitante, il Coro Polifonico Beata Virgo Maria, diretto da Elena Scala, che ha eseguito, con la consueta bravura, cinque pezzi sacri appartenenti a differenti periodi musicali.

Ultimo atto della lunga serata, la distribuzione di targhe ai rappresentanti dei cinque ensemble, a ricordo di una bella serata, tenutasi per la prima volta a Napoli, alla quale hanno partecipato alcune interessanti realtà corali della Campania, onorando un evento ancora abbastanza sentito come la Festa della Musica Europea.