Questo sito contribuisce alla audience di

Un ricco cartellone di eventi per la IX edizione del Festival Paganiniano di Carro

12 concerti, il Convegno internazionale “Nicolò Paganini; Diabolus in musica”ed altro dal 15 luglio al 14 agosto

Locandina Festival di carroLa Spezia. Nella balsamica cornice della Val di Vara si svolgerà dal 15 luglio al 14 agosto la IX Edizione del Festival Paganiniano di Carro, promosso dalla storica Società dei Concerti della Spezia, pilotata dal (neo) presidente Francesco Masinelli.

La stagione si aprirà con un “Omaggio a Paganini” affidato ai Solisti Veneti, il mitico ensemble diretto da Claudio Scimone, reduce dai festeggiamenti (planetari) per il 50° anno di attività.

Ricco e calamitante il programma proposto: “Il virtuosismo strumentale da Vivaldi a Paganini” che comprende altresì musiche di Tartini, Pasculli, Bottesini, Rossini.

Il concerto si terrà eccezionalmente alla Spezia al Teatro Civico della Spezia (giovedì 15 luglio, ore 21) che si presenta “in luce” più che mai grazie alla nuova illuminazione della facciata, ricostruita da Franco Oliva nel 1930, realizzata anche con il contributo dei Lions Club La Spezia degli Ulivi.

La Rassegna, dedicata a Paganini e al virtuosismo strumentale, che si avvale della direzione artistica del maestro Bruno Fiorentini, proseguirà fino alla vigilia di ferragosto secondo un calendario itinerante nei siti più incantevoli della Valle, nota anche come la Valle dei “borghi rotondi”, ma non mancherà una tappa in Val di Magra a S. Stefano Magra (località Ponzano Superiore) ed una in Riviera a Bonassola.

Oltre le note

Il calendario paganiniano sarà autorevolmente avviato dal 2° Convegno internazionale “Nicolò Paganini: Diabolus in Musica”, organizzato dalla Società dei Concerti spezzina in collaborazione con il Centro Studi Opera Omnia Luigi Boccherini di Lucca.

In tre giorni fitti di appuntamenti, musicologi e studiosi (e curiosi) si incontreranno al CAMeC (Centro Arte Moderna e Contemporanea) alla Spezia, dal 15 luglio al 17 luglio, per confrontarsi sul tema: “Oltre le note: L’improvvisazione nella musica occidentale tra ‘700 e ‘800”.

Per l’occasione, Federico Marconi, trentenne architetto spezzino, presenterà la mostra personale “Orchestra Visiva”.

Ingresso libero

I concerti

Il cartellone prevede, oltre al concerto (da non perdere) dei Solisti Veneti, 11 proposte di elevato profilo musicale e di grande qualità esecutiva grazie alla presenza di artisti di fama internazionale come Philippe Graffin, Marco Rizzi, Leticia Muñoz Moreno, il Quartetto di Fiesole, i Filarmonici di Torino, il flautista Massimo Mercelli, l’Ensemble Nuovo Contrappunto, Sean Lee e tanti altri che colmeranno l’estate spezzina di note.

Sabato 17 luglio a Carro, sul Sagrato della Chiesa di San Lorenzo, si esibirà la violinista spagnola Leticia Muñoz Moreno (che ha 25 anni, ma suona da 22) accompagnata dall’Orchestra d’archi de I Filarmonici di Torino.

Ascolteremo Il trillo del diavolo di Tartini (versione per orchestra d’archi) e il Concerto n. 1 per violino in do maggiore di Haydn.

Lunedì 19 luglio a Sesta Godano nella Piazza della Chiesa ci attende l’Ensemble Nuovo Contrappunto diretto da Mario Ancillotti, che sarà anche al flauto, composto Francesco Negrini, clarinetto, Barbara Ciannamea e Pino Tedeschi violini, Junichiro Munatami, viola, Claude Hauri, violoncello, Alessia Luise, arpa.

In programma la trascrizione per flauto ed archi di Hoffmeister dall’originale del Quartetto in sol maggiore K 370 per oboe e archi di Mozart, il Quintetto op. 115 per clarinetto ed archi di Brahms, la Sonata per flauto, viola ed arpa di Debussy e infine l’Introduzione e allegro per arpa, flauto, clarinetto ed archi di Ravel.

Mercoledì 21 luglio a Rocchetta Vara (Suvero), Sagrato della Chiesa di San Giovanni Battista: è la volta di Sean Lee, 3° classificato al Concorso Internazionale violinistico “N. Paganini” di Genova, accompagnato al piano da Emanuele Torquati alle prese con alcuni dei brani più suggestivi di Mozart, Fauré, Paganini, Chausson e Ravel.

Sabato 24 luglio ci trasferiremo a Maissana sul Sagrato della Chiesa di San Bartolomeo per un gradito ritorno al Festival Paganiniano del Duo violino (Andrea Cardinale) e pianoforte (Alessandro Magnasco): una formazione apprezzata per la ricercatezza interpretativa e l’affiatamento.

Il duo genovese che si è esibito in oltre trecento concerti in Europa e nel Continente americano eseguirà La Follia di Corelli, la Sonata in re minore op. 23 di Beethoven e si cimenterà con i Capricci e i Palpiti di Paganini.

Giovedì 29 luglio a Porciorasco (Varese Ligure) nella Corte di Palazzo De Paoli Gotelli tutto il fascino del violino (e del violoncello) nel recital di Philippe Graffin.

Il fuoriclasse francese dell’archetto suonerà musiche di Bach e Paganini su un violino storico costruito dal liutaio Domenico Busano a Venezia nel 1730.

Al violoncello, un J. B. Vuillame datato 1844 di proprietà del Conservatorio reale di Bruxelles, sarà la pluripremiata musicista polacca Agnieszka Kolodziej.

Sabato 31 luglio ritorneremo a Carro, borgo d’origine della famiglia del geniale violinista genovese, per ascoltare, sempre sul sagrato della Chiesa di San Lorenzo, il Quartetto di Fiesole, formato dalle violiniste Alina Company e Daniela Cammarano, da Luca Guidi alla viola e da Sandra Bacci al violoncello.

Musiche di Robert Schumann e del compositore boemo Antonín Leopold Dvořák
Pausa fino al 5 agosto.

Venerdì 6 agosto tappa a Beverino Castello: nella Chiesa di Santa Croce risuoneranno le note di Beethoven e Mozart eseguite dal Trio Pier Domenico Sommati (violino), Ilaria Bruzzone (viola) e Alberto Pisani (violoncello).

Domenica 8 agosto, faremo un salto in Val di Magra a S. Stefano Magra, Ponzano superiore: il celebre clarinettista Pietro Tagliaferri si esibirà in trio con Filippo Milani, alla viola e Siro Saracino al pianoforte, una formazione già acclamata nella scorsa edizione del festival.

Eseguiranno brani di Mozart, Bruch, Schumann e dello stesso Tagliaferri.

Giovedì 12 agosto, a Carrodano (località Mattarana) nel Parco dei Tigli per i musicofili più esigenti un singolare concerto a due pianoforti (Guido Bottaro e Roberto Logli) e percussioni (Daniele Lunardini e Dario Doriani).

L’ensemble tutto genovese propone proporrà brani di Debussy, Bartok e di Roberto Logli, atteso al festival dai fan paganiniani dopo lo strepitoso successo riscosso nella scorsa edizione.

Venerdì 13 agosto, l’appuntamento è a Bonassola, all’Oratorio di Sant’Erasmo, affacciato a picco sul mare con vista mozzafiato sulla Riviera, si esibiranno il flautista Massimo Mercelli, ormai habitué del Festival Paganiniano e l’arpista Floraleda Sacchi.

Repertorio accattivante: Donizetti, Louis Spohr, Rossini, Paganini, ma anche Glass, Nyman e Ravi Shankar.

Sabato 14 agosto, chiuderà il Festival a Carro, dove è custodita, ricordiamo, la casa dei nonni di Paganini, una star internazionale dell’archetto: Marco Rizzi, accompagnato al piano da Edoardo Strabbioli.

Il pluripremiato violinista milanese presenterà un impegnativo programma con un omaggio a Schumann che celebra quest’anno il 200° dalla nascita e musiche di Szymanowsky.

Avremo anche la fortunata opportunità di apprezzare la voce di un violino (età 267 anni) Pietro Guarneri affidato alle cure di Marco Rizzi dalla Fondazione Pro canale Onlus.

Prima del concerto alle ore 18 a Casa Nasca il musicologo Dario De Cicco terrà la Conversazione Paganiniana “Paganini, unico direttore…”

Tutti i concerti cominceranno alle ore 21, tranne a Carro dove avranno inizio alle 20.30.

Numerose le Istituzioni coinvolte dalla Società dei Concerti della Spezia nella manifestazione realizzata con il sostegno, tra l’altro, del Mibac, della Regione Liguria, della Provincia della Spezia, del Comune della Spezia e dei Comuni della Val di Vara, nonché con il patrocinio Touring Club Italiano.

L’iniziativa si avvale, sin dal suo decollo, del generoso contributo di Isagro S.p.a. che anche per quest’anno si conferma main sponsor del Festival Paganiniano di Carro.

Note enogastronomiche: prima dei concerti al pubblico sarà offerta una golosa (e sana) degustazione delle migliori specialità enogastronomiche liguri a cura del Consorzio della Valle del Biologico.

Informazioni utili:

Biglietti

concerto Solisti Veneti (La Spezia)
intero 20,00 euro, ridotto 15,00;

concerti a Carro
intero 15,00 euro, ridotto 12,00;

concerti altri comuni intero
12,00 euro - ridotto 10,00 euro;

abbonamento a 10 concerti 40,00 euro (esclusi i concerti La Spezia e Bonassola).

Servizio navetta A/R, partenza dalla Spezia, incluso nel prezzo del biglietto.
www.sdclaspezia.it è possibile consultare il programma dei concerti e del convegno.

Ufficio Stampa
Studio Montparnasse
Tel. 347/6843236 aut 320.3057812
E-mail: studio.montparnasse@tele2.it