Questo sito contribuisce alla audience di

Bach, Mozart and the Boys

Curci Young presenta alcune trascrizioni facilissime per pianoforte di brani celebri prestati alla tv, al cinema e alla pubblicità, a cura di Kim Monika Wright, Flavio Quali ed Eugenio Raneri

Copertina libro Curci YoungLa sigla di “Quark”, che poi sarebbe l’Aria sulla quarta corda di Bach. O quella dell’Eurovisione, ovvero il Te Deum di Charpentier.

I tesori della musica saccheggiati dal piccolo e dal grande schermo sono al centro di un’originale raccolta di trascrizioni facilissime per pianoforte.

Con Bach, Mozart and the Boys (Edizioni Curci) anche i più piccoli possono suonare i motivi più amati e orecchiabili di sempre: basta un ditino sulla tastiera per divertirsi e dare vita alla Primavera di Vivaldi, come al Lago dei cigni di Ciaikovskij, all’incipit della Quinta di Beethoven o alla Cavalcata delle Valchirie di Wagner, alla “Marcia trionfale” dell’Aida di Verdi o all’ “Habanera” della Carmen di Bizet

Merito di un trio di autori specializzati in didattica e storia della musica – Kim Monika Wright, Flavio Quali ed Eugenio Raneri – che hanno reso ancora più accattivante il libro aggiungendo a ciascun brano l’immaginario (e semiserio) commento del compositore.

Per esempio Mozart parla dei suoi viaggi nelle città europee, mentre Schubert racconta delle serate al pianoforte con gli amici e Brahms dispensa ai principianti simpatiche pillole di saggezza.
Il risultato è un entusiasmante viaggio nel tempo, dove si impara leggendo e suonando, per muovere i primi passi da protagonista nel mondo della grande musica.

Bach, Mozart and the Boys – Guida illustrata all’arte dei suoni
Autori: Kim Monika Wright, Flavio Quali, Eugenio Raneri
Edizioni Curci 2010
Collana Curci Young
Prezzo: € 9,90

Informazioni per il pubblico
e-mail: info@edizionicurci.it
sito web: www.edizionicurci.it



Kim Monika Wright

Italo-americana, dopo essersi diplomata in pianoforte e aver studiato pedagogia, psicologia dell’età evolutiva e musicoterapia, nel 1986 ha creato un metodo per l’educazione musicale e pianistica finalizzato alla formazione globale della persona, a partire da pochi mesi d’età fino al compimento degli studi pianistici.
Numerose sono le Little Piano School riconosciute in Italia e all’estero. Parallelamente ai laboratori musicali per bambini, svolge numerosi corsi di formazione per gli insegnanti.
Dal 2006 è impegnata con la Klavier-Festival Ruhr di Essen in Germania per un progetto che vedrà inserito il suo metodo nei programmi di pedagogia della didattica musicale nei Conservatori-Università e nelle scuole materne della Ruhr.
È stata inoltre invitata a Los Angeles nel 2007 dalla “Piano Teacher’s Association of California” per presentare il suo metodo e formare futuri docenti.

Flavio Quali

Violinista e compositore, ha compiuto i suoi studi musicali presso i Conservatori “G. Tartini“ di Trieste e “J. Tomadini“ di Udine e frequentato corsi di perfezionamento di Direzione di coro e tecnica vocale tenuti da Maestri di fama internazionale fra i quali: Samuil Vidas (Bulgaria), Nicola Conci (Italia) e Jstvar Parkaj (Ungheria). Ha diretto diverse formazioni corali del Friuli Venezia Giulia, con le quali ha partecipato a concerti, rassegne e concorsi corali in Italia e all’estero.
Ha fatto parte della Commissione artistica dell’Unione Società Corali Italiane del Friuli Venezia Giulia, e di quella della provincia di Gorizia.
Attualmente insegna Teoria e solfeggio e Armonia presso diversi Istituti musicali.
Alterna l’attività didattica e corale con l’attività compositiva; è, infatti, apprezzato autore di messe, mottetti, composizioni strumentali e corali di vario genere, spesso segnalate o classificate in diversi concorsi di composizione.

Eugenio Raneri

Ha conseguito il diploma in Organo e composizione organistica presso il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine e quindi si è diplomato in Paleografia e Filologia musicale con il massimo dei voti e la lode presso l’Università di Pavia.
Docente di Storia ed estetica musicale presso il Conservatorio di Udine fino al 2009, svolge contemporaneamente attività di critica musicale e di produzione di scritti e articoli in occasione di numerose manifestazioni e concerti.
Ha pubblicato un apprezzato volume di Storia della musica per i Conservatori e le Università del quale sta ora preparando la riedizione in due volumi.