Questo sito contribuisce alla audience di

La stagione dell'Associazione Scarlatti

Giovedì 18 novembre 2010 l’Insieme Strumentale di Roma, diretto da Giorgio Sasso, propone i concerti di Bach “ricostruiti”

Giovedì 18 novembre in Castel Sant’Elmo, alle ore 21, l’Insieme Strumentale di Roma del violinista Giorgio Sasso propone un intrigante percorso bachiano attraverso i “concerti ricostruiti”.

“Come a tutti i musicisti della sua epoca per i quali comporre era un lavoro oltre che un diletto – spiega Giorgio Sasso - anche a Johann Sebastian Bach capitò spesso di riutilizzare proprie composizioni in contesti diversi da quelli originari. La necessità di far fronte, quasi quotidianamente, agli impegni non solo liturgici che il suo ruolo di Organista di corte, poi di Konzertmeister, di Kappelmeister e infine di Cantor gli imponeva, costringeva Bach ad adattare opere già scritte alle incombenze (compleanni, matrimoni, feste, messe ecc.) che via via gli si presentavano. Ecco perché, molte volte, capita di trovare in una cantata quello che si riteneva essere (e lo era!) un movimento di un concerto e viceversa. Non sempre però della doppia redazione (quella strumentale come i concerti, le sonate, le suites ecc. e quella vocale come le cantate, sacre o profane, le passioni, i mottetti ecc ) sono giunte a noi entrambe le versioni; così che si apre lo spazio ad ipotesi talvolta di facile soluzione talvolta meno.”

La realizzazione di numerosi dischi, dedicati alla musica di autori Italiani vissuti tra il sei e il settecento e insigniti di molti dei più importanti riconoscimenti della critica internazionale, insieme ad un’attività concertistica che lo ha visto attivo in tutta Europa, ha consentito all’Insieme Strumentale di Roma di essere considerato tra i gruppi di riferimento del panorama interpretativo odierno.

Tra le collaborazioni si ricordano quelle con Bob Van Aspen, con Cristoph Coin, con Sergio Azzolini, con Antony Pay.

Costo del biglietto

I settore: 25 Euro
II settore: 20 Euro
III settore: Intero 15 Euro, Ridotto giovani: 8 Euro
Last minute (giovani al di sotto dei 31 anni): 3 Euro, in vendita un’ora prima del concerto
.

Per informazioni:
sito web: www.associazionescarlatti.it
Infoline: 081 406011

————————————————————————————————

Programma

Johann Sebastian Bach (1685 - 1750)
Concerto a quattro in sol maggiore per archi da “Concerto nach italienischem gusto” BWV 971
Concerto in re minore per violino, archi e continuo da BWV 1059, 35 e 12
Concerto in re maggiore per organo, archi e continuo da BWV 1053, 169 e 49
Concerto in do minore per oboe, violino, archi e continuo 1060a (da BWV 1060)

Insieme Strumentale di Roma

L’Insieme Strumentale di Roma (ISR) diretto dal violinista Giorgio Sasso è un gruppo ad organico variabile attivo nella esecuzione di musiche composte nei secoli XVII e XVIII su strumenti d’epoca.

Nel corso della sua ventennale attività l’ISR, - anche avvalendosi della collaborazione di musicisti come Van Asperen, Azzolini, Alessandrini, Dantone, Pandolfo, Abbondanza, De Marchi - si è esibito in alcune delle più importanti stagioni concertistiche europee.

Nel gennaio 2010 l’ensemble si è esibito in tournée in Corea. Il repertorio dell’ensemble comprende, tra l’altro, l’esecuzione integrale dei Concerti Brandeburghesi, dei concerti per violino e delle sonate per violino e cembalo di Bach, dei Concerti Grossi di Corelli, dell’Estro Armonico e delle Quattro Stagioni di Vivaldi, della musica da camera per fiati e archi di Mozart e di importanti pagine vocali e strumentali come lo Stabat Mater e La Serva Padrone di Pergolesi, Il Combattimento di Tancredi e Clorinda di Monteverdi, Acis e Galatea, Il Trionfo del tempo e del disinganno e le Cantate Romane di Haendel, lo Stabat Mater e le Cantate da camera di Vivaldi.

Per l’etichetta Stradivarius l’ISR ha inciso in prima registrazione mondiale i Concerti e le Sinfonie op. V di G. Torelli e le Sinfonie e i Concerti op. II di T. Albinoni; due selezioni di concerti vivaldiani, anche inediti, una raccolta di quartetti di D. Cimarosa e G. Paisiello, una selezione di composizioni cameristiche di F. Carulli, una scelta di sonate di E. F. Dall’Abaco, e infine, una ricostruzione da cantate di J. S. Bach.

Tali registrazioni sono state entusiasticamente accolte dalle più importanti riviste specializzate d’Europa con riconoscimenti come: 5 diapason, “Musica eccezionale”, 5 stelle di BBC Music, la segnalazione del premio della fondazione G. Cini di Venezia, 5 stelle di Goldberg , Disco del mese di Musyca 21 e moltissimi altri.

Nella primavera del 2010 è uscito per l’etichetta belga Fuga Libera, un CD dedicato ai compositori napoletani Leonardo Leo, Francesco Durante e Niccolò Porpora con cantate eseguite dalla soprano Raffaella Milanesi.