Questo sito contribuisce alla audience di

L'Italiana in Londra approda a Mantova

Martedì 9 novembre 2010 gli studenti del Conservatorio di Benevento in scena al Teatro Bibiena

Foto Italiana in LondraDalla Benevento romana e longobarda alla corte dei Gonzaga nel segno della musica.
Benevento incontra Mantova, nell’ambito di un patto di amicizia e reciprocità con il Conservatorio “Lucio Campiani” di Mantova.

Continuano i percorsi didattici dell’Istituzione sannita all’insegna della musica e della storia.
Dopo l’esperienza vissuta dai Cameristi del “Nicola Sala” presso la biblioteca Angelica di Roma, martedì 9 novembre 2010, alle ore 20.30, il Conservatorio sarà in scena con l’opera “L’italiana in Londra”, presso il Teatro Accademico del Bibiena di Mantova.

Ancora una volta una scenografia d’eccellenza accoglierà studenti e docenti del “Nicola Sala” per l’ambientazione dell’opera cimarosiana.

Il teatro, commissionato dall’Accademia dei Timidi all’architetto Antonio Bibiena e inaugurato il 3 dicembre 1769, rappresenta ancora oggi uno dei più bei teatri d’Europa.

L’architetto progettò una scena fissa, alle cui spalle edificò due corridoi sovrapposti a formare un loggiato a due piani.

La platea, caratterizzata da un disegno a campana, ancora oggi produce la sensazione di un ambiente circolare, finemente decorato: con quattro ordini di palchi, divisi da colonne, ed un generale assetto decorativo che produce una sensazione di movimento.
I lavori portarono alla creazione di un teatro non più a gradinata come quelli rinascimentali, ma a palchetti cingenti la platea in due ordini sovrapposti, secondo il genere di struttura inventato nel Seicento e che ormai imperava.

Poco più di un mese dopo l’inaugurazione, il quattordicenne Wolfgang Amadeus Mozart, giunto a Mantova nel giro della sua prima tournée italiana, consacrava, per così dire, l’incipiente vita del teatro dandovi insieme col padre, Leopold, un memorabile concerto.

La messa in scena dell’opera sarà ancora una volta frutto del lavoro coordinato di docenti e allievi del Conservatorio sannita: dalla regia di Emanuele Di Muro, alla direzione dell’Orchestra del Conservatorio di Benevento – interamente costituita da studenti sanniti – di Francesco Ivan Ciampa, agli studenti protagonisti dell’opera, Dalia Maria Del Monaco, nel ruolo di Livia (soprano), Mina Troiano, Madama Brillante (soprano), Davide Luciano Sumers (tenore), Raffaele Raffio Milord Arespingh (baritono) e Luciano Matarazzo Don Polidoro Pistacchione (basso comico).

(A cura di Filomena Formato, studente del Biennio specialistico in Chitarra, indirizzo interpretativo-compositivo, collaboratrice Ufficio Comunicazione)

Per ulteriori informazioni
Conservatorio Statale di Musica “Nicola Sala”
Via Mario La Vipera – 82100 Benevento
tel.: 0824.21102
fax: 0824.50355