Questo sito contribuisce alla audience di

Maurizio Rea ai Vespri d'organo

Domenica 13 febbraio 2011 quarto appuntamento della rassegna organizzata dall'Associazione Trabaci

Logo Associazione TrabaciDomenica 13 febbraio, alle ore 19.00, nella Chiesa di Santa Caterina a Chiaia (via Santa Caterina, 76), nuovo appuntamento con la V edizione della rassegna “Sette secoli di musica sacra per organo a Napoli - Vespri d’organo”, organizzata dall’Associazione “Giovanni Maria Trabaci”, sotto la direzione artistica del maestro Mauro Castaldo.

Protagonista del concerto sarà Maurizio Rea, Organista titolare della Basilica Santuario del Carmine Maggiore, che proporrà un programma incentrato su pezzi sacri dedicati alla Madonna.

In apertura verrà eseguito il Magnificat Primi Toni BuxWV 203 di Dieterich Buxtehude (1637-1707), compositore ed organista notissimo ai suoi tempi, che ebbe una decisa influenza anche sul giovane Bach, il quale per conoscerlo, in una sorta di pellegrinaggio, percorse ben 400 chilometri, da Arnstadt, dove risiedeva, a Lubecca, città in cui viveva l’autore tedesco di nascita danese.

Sarà poi la volta di un altro Magnificat, tratto dal Première Livre d’Orgue del francese Jean-François Dandrieu (1682-1738), pubblicato postumo, che precederà due pezzi bachiani, il Preludio e Fuga in sol maggiore BWV 550, risalente al periodo conclusivo della permanenza del musicista ad Arnstadt e Meine Seele erhebt den Herren BWV 733 (Fuga sul tema del Magnificat), attribuito da molti a Johann Ludwig Krebs, uno dei più prestigiosi allievi di Bach.

Quasi sconosciuto, invece, il francese Alexandre Pierre François Boëly (1785-1858), pur se fu tra i maggiori artefici del rilancio della musica francese del XIX secolo.
Molto apprezzato come docente di pianoforte, lo fu sicuramente meno in qualità di organista e venne rimosso dal suo incarico perché proponeva troppo spesso brani di Couperin, Frescobaldi e Bach, all’epoca considerati autori sorpassati.
La Fantasia e Fuga in si bemolle maggiore ci offre un esempio illuminante della consistenza della produzione di Boëly, che risulta uno dei principali precursori della gloriosa tradizione organistica transalpina.

Ultimi due brani previsti, Fanfare, dal trattato “École d’Orgue” del belga Jacques-Nicolas Lemmens (1823-1881), che ebbe come allievo Charles-Marie Widor e Improvvisazione su Melodie Mariane del maestro Rea, con il quale si chiuderà un recital di sicuro interesse.

L’ingresso è libero

Prossimi appuntamenti della rassegna, domenica 27 febbraio, alle ore 19.30, nella chiesa dell’Immacolata al Vomero, con il recital di Nicola Florio e domenica 13 marzo, alle ore 19.00, nella chiesa di S. Caterina a Chiaia con il concerto di Michele Antonuccio.

Per ulteriori informazioni
Associazione Organistica Giovanni Maria Trabaci
Via Duca di San Donato, 28 - Napoli
Tel.: 081.5634518
Cell.: 339.5389103
e.mail: associazionetrabaci@alice.it
sito web: www.associazionetrabaci.it

————————————————————————————————

Programma

Dieterich Buxtehude (1637-1707): Magnificat Primi Toni BuxWV 203

J. F. Dandrieu (1682-1738): Magnificat IIème suite (dal I Livre d’Orgue)

J. S. Bach (1685-1750)
Preludio e Fuga in sol maggiore BWV 550
Meine Seele erhebt den Herren (fuga sul Magnificat) BWV 733

A. P. F. Boëly (1785-1858): Fantaisie et Fugue en Sib Majeur

J. N. Lemmens (1823-1881): Fanfare

Improvvisazione su Melodie Mariane

Maurizio Rea

Maurizio Rea, fin da giovanissimo ha iniziato lo studio dell’Organo con la Prof.ssa MariaValeria Briganti presso il conservatorio di musica “S. Pietro a Majella” di Napoli.
Sotto la guida del M° Roberto Canali ha conseguito la Laurea di I livello in Organo e Composizione Organistica, con il massimo dei voti e la lode, presentando una tesi sulla vita e le opere di Maurice Duruflé. Ha conseguito inoltre il “Diplôme Soliste, Mention Très Bien“ presso la « Haute Ecole de Musique » di Ginevra sotto col M° A. Corti.
Ha seguito corsi organistici sotto la guida di Roberto Antonello, Marie Claire Alain, Jan Raas, Francesco Finotti ottenendo una borsa di studio dall’ “Associazione Amici dell’Organo” di Vicenza.
Premiato al primo concorso di composizione organizzato dalla Comunità Luterana di Napoli, è risultato vincitore del concorso organistico nazionale “città di Viterbo” nelle sezioni A e B (2004-2005), è stato inoltre l’unico Italiano a partecipare al concorso internazionale “Ville de Paris” nel 2007.
Ha partecipato a numerose rassegne organistiche, come “Le ore dell’organo” nella chiesa di S. Marcello in via del Corso a Roma, la stagione concertistica dell’Accademia Organistica Romana, “Il suono dell’Organo” in S. Giovanni Bosco a Roma, la “Primavera organistica” e i “Venerdì musicali” del conservatorio di musica S. Pietro a Majella di Napoli.
Nel prossimo mese di Aprile è stato invitato a tenere una serie di concerti a Quito - Ecuador - Capitale Americana della Cultura per l’anno 2011, nel corso del X Festival di Musica Sacra.
Collabora in qualità di organista con l’associazione musicale “Armonia Cordis” diretta dal M° G. Aprea e con “The Choral Scholars” diretti dal M° R. Butts-Boehmer, e con l’Associazione Trabaci, il cui direttore artistico è il M° Mauro Castaldo

Nel Gennaio 2010, l’Organista Compositore Graziano Fronzuto, gli dedica una Sonata per Organo, eseguita in prima assoluta nella Basilica del Carmine Maggiore in occasione dell’evento “Omaggio a Franco Michele Napolitano” per il 50° anniversario della morte.
Ha riscosso numerosi consensi di pubblico e di critica per la sua attività concertistica in Italia e all’Estero.
Attualmente è Organista Titolare presso la Basilica Santuario del Carmine Maggiore in Napoli.