Questo sito contribuisce alla audience di

Si mobilita anche la Croce Rossa

(18 marzo 2003)









A pochi giorni dal possibile scoppio del conflitto Usa-Iraq, la Croce Rossa svizzera, intensifica le misure di assistenza alla popolazione civile irachena. Deciso lo stanziamento di un milione di franchi - circa 680mila euro - per finanziare gli aiuti umanitari.

BERNA - In vista del possibile conflitto in Iraq, anche la Croce Rossa svizzera, intensifica le misure di assistenza alla popolazione civile irachena.
L’organizzazione ha deciso di stanziare un milione di franchi - circa 680mila euro - come aiuto umanitario. Un intervento per sostenere il lavoro dei delegati che si trovano nella regione interessata.
Il denaro sarà inoltre destinato all’assistenza medica, all’approvvigionamento di acqua e alla costruzione di rifugi per le vittime del conflitto.
La Crs opererà nella zona insieme alla Federazione internazionale delle societa’ della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa irachena. Nel caso di conflitto - afferma la Crs in una nota - devono essere assicurate la protezione della popolazione civile, l’assistenza alle vittime e il lavoro delle organizzazioni umanitarie.