Questo sito contribuisce alla audience di

Titolo secondo....

...organizzazione in sede locale

ART. 11


I gruppi dei Volontari del Soccorso sono rappresentati e coordinati da un Ispettore, eletto dai componenti del gruppo secondo le modalità di cui al successivo ART. 12 Se il gruppo è composto da più di 50 volontari, l’Ispettore sarà coadiuvato da due Vice Ispettori eletti dal gruppo stesso nel proprio seno. Fermo restando quanto previsto dal 2° comma dell’art. 4 del R.D.L. 12.2.1930, n. 84, i Volontari del Soccorso potranno far parte dei Consigli dei Comitati e Sottocomitati di appartenenza.


ART. 12


L’Ispettore di gruppo, ed i Vice Ispettori di cui al precedente ART. 11, sono eletti dai componenti del gruppo stesso nel proprio seno con tre distinte votazioni a scrutinio segreto con la partecipazione di almeno due terzi degli iscritti e con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli iscritti medesimi. Per ciascuna votazione, in seguito a due inutili esperimenti elettorali, si considererà eletto colui che ha ottenuto il maggior numero dei voti. Non sono ammesse deleghe. Gli Ispettori ed i Vice Ispettori di gruppo durano in carica due anni e sono rieleggibili. Le elezioni sono indette dai Presidenti delle Unità di appartenenza i quali provvedono alla costituzione dei seggi ed agli adempimenti elettorali anche attraverso un proprio delegato. Tutti gli atti relativi alla procedura elettorale saranno rimessi al Presidente del Comitato o del Sottocomitato che provvederà alla proclamazione degli eletti. Il relativo provvedimento verrà comunicato al Comitato Centrale, all’Ispettore Regionale e all’Ispettore Nazionale.

ART. 13

Gli Ispettori di gruppo:

a) coordinano l’attività del gruppo;

b) rispondono delle attività e della disciplina dei Volontari al Presidente del Comitato o Sottocomitato e all’Ispettore regionale;

c) sono personalmente responsabili nei confronti del Presidente del Comitato o Sottocomitato della conservazione del materiale affidato ai Volontari del Soccorso.


ART. 14


Qualora nell’ambito della provincia siano costituiti almeno 5 gruppi di Volontari del Soccorso, il Presidente generale dell’Associazione può autorizzare l’elezione di un Ispettore provinciale con compiti di coordinamento. L’Ispettore provinciale è eletto dagli Ispettori di gruppo con votazione a scrutinio segreto con la partecipazione di almeno due terzi degli aventi diritto al voto e con un numero di suffragi che rappresenti la maggioranza dei votanti. In seguito a due inutili esperimenti elettorali si considererà eletto colui che ha ottenuto il maggior numero di voti. Non sono ammesse deleghe. L’Ispettore provinciale dura in carica due anni ed è rieleggibile. Le elezioni sono indette dal Presidente del Comitato Provinciale su richiesta dell’Ispettore Regionale. Tutti gli atti relativi alla procedura elettorale saranno rimessi al Presidente del Comitato Provinciale che provvederà alla proclamazione dell’eletto dandone notizia agli Organi regionali e centrali.

ART. 15

In sede regionale sono Organi dei Volontari:

a) l’Assemblea Regionale;

b) l’Ispettore Regionale.


ART. 16


L’Assemblea Regionale è composta dagli Ispettori dei gruppi della regione e si riunisce:

a) in via ordinaria una volta l’anno;

b) in via straordinaria su richiesta dell’Ispettore Regionale e ogni qualvolta per motivata necessità ne faccia richiesta almeno un terzo dei componenti. Le riunioni straordinarie, comportando spese a carico della Associazione per lo spostamento dei partecipanti, dovranno essere previamente autorizzate dal Presidente generale della C.R.I. al quale va inoltrata apposita e motivata istanza.


ART. 17


Sono compiti dell’Assemblea regionale:

a) formulare le linee programmatiche dell’attività dei Volontari a livello regionale, che dovranno, comunque, essere sottoposte all’autorità centrale come specificato dal successivo ART. 18;

b) eleggere l’Ispettore Regionale.


ART. 18


Per la regolare e valida costituzione della Assemblea Regionale è richiesta la presenza dei due terzi dei componenti. Le delibere propositive dell’Assemblea Regionale sono valide se assunte con un numero di voti che rappresenti la maggioranza dei componenti. Di ciascuna riunione sarà redatto apposito verbale firmato dal Presidente e dal Segretario dell’Assemblea. Copia di detto verbale sarà trasmessa, a cura del Presidente dell’Assemblea ed entro cinque giorni dalla riunione, al Presidente del Comitato Regionale, se costituito, all’Ispettore Nazionale dei Volontari ed al Presidente generale della C.R.I. Quest’ultimo, entro trenta giorni dalla ricezione, sentito il Direttore Generale e l’Ispettore Nazionale sulle singole proposte dell’Assemblea, potrà approvarle o respingerle con motivato provvedimento.


ART. 19


L’Ispettore Regionale è eletto con votazione a scrutinio segreto con la partecipazione di almeno due terzi dei componenti l’Assemblea Regionale e con un numero di voti che rappresenti la maggioranza dei componenti medesimi. In seguito a due inutili esperimenti elettorali si considererà eletto colui che ha ottenuto il maggior numero dei voti. Non sono ammesse deleghe. L’Ispettore Regionale dura in carica due anni ed è rieleggibile. Le elezioni sono indette dal Presidente del Comitato Regionale, se costituito, altrimenti dal Comitato Centrale. Il seggio elettorale è presieduto dal Presidente del Comitato Regionale o da un suo delegato, se costituito, oppure da un rappresentante del Comitato Centrale. Tutti gli atti relativi alla procedura elettorale saranno rimessi agli Organi centrali ed il Presidente generale della C.R.I. provvederà alla proclamazione dell’eletto.


ART. 20


L’Ispettore Regionale:

a) convoca e presiede l’Assemblea Regionale;

b) coordina l’attività dei Volontari a livello regionale e a cadenza almeno semestrale riferisce al Presidente del Comitato Regionale, se costituito, altrimenti al Comitato Centrale;

c) cura l’esecuzione delle delibere adottate dagli Organi nazionali dei Volontari del Soccorso;

d) convoca periodicamente gli Ispettori provinciali eventualmente presenti nella regione;

e) trasmette all’Ispettore Nazionale una relazione sulle attività svolte annualmente in sede regionale.