Questo sito contribuisce alla audience di

Titolo terzo...

...degli Organi di Coordinamento Nazionale

ART. 21


Sono Organi nazionali dei Volontari del Soccorso:

a) il Consiglio Nazionale;

b) il Consiglio Esecutivo;

c) l’Ispettore Nazionale;

d) due Vice Ispettori Nazionali.

Sede amministrativa di detti Organi è il Comitato Centrale, sul cui bilancio graveranno le relative spese di funzionamento.


ART. 22


Il Consiglio Nazionale è composto da tutti gli Ispettori Regionali in carica e si riunisce:

a) in via ordinaria, due volte l’anno;

b) in via straordinaria, su richiesta dell’Ispettorato Nazionale, ogni qualvolta per motivata necessità lo richieda almeno un terzo dei componenti. Le riunioni straordinarie, comportando spese a carico della Associazione per lo spostamento dei partecipanti, dovranno essere previamente autorizzate dal Comitato Centrale C.R.I. al quale va inoltrata apposita e motivata istanza.


ART. 23


Sono compiti del Consiglio Nazionale:

a) programmare, entro la prima decade di settembre, le attività dell’anno successivo e preventivare le spese da sottoporre al Comitato Centrale per l’inserimento nel bilancio dell’Associazione, dopo l’approvazione della predetta programmazione;

b) coordinare in sede nazionale le attività dei Volontari; a tal fine può essere autorizzato dal Presidente generale della Associazione ad organizzare, con cadenza biennale, convegni a livello nazionale con la partecipazione degli Ispettori di gruppo;

c) eleggere nella prima riunione l’Ispettore Nazionale ed i due Vice Ispettori Nazionali.


ART. 24


Per la regolarità e validità delle riunioni del Consiglio Nazionale è richiesta la presenza di almeno due terzi dei componenti. Le deliberazioni del Consiglio Nazionale inerenti alla lettera a) del precedente ART. 23 sono valide se assunte con un numero di voti pari alla maggioranza dei componenti. Non sono ammesse deleghe. Di ciascuna riunione deve essere redatto apposito verbale firmato dall’Ispettore Nazionale e dal Consigliere che ha svolto le funzioni di Segretario. Copia di detto verbale sarà trasmesso a cura dello Ispettore Nazionale, ed entro quindici giorni dalla riunione, al Presidente generale della C.R.I. che, entro trenta giorni dalla ricezione, potrà ratificare o respingere le singole deliberazioni con motivato provvedimento.


ART. 25


Il Consiglio Esecutivo è composto dall’Ispettore Nazionale e da due Vice Ispettori Nazionali:

a) risponde dell’attività dei Volontari al Presidente generale della C.R.I.;

b) è organo di collegamento dei Volontari con gli Uffici centrali dell’Associazione, ai quali è devoluta l’amministrazione direttamente e/o a mezzo dei singoli Comitati e Sottocomitati, in conformità alle disposizioni del D.P.R. 18.12.1979, n. 696;

c) cura l’esecuzione delle programmazioni e dell’azione di coordinamento del Consiglio Nazionale.


ART. 26


L’Ispettore Nazionale ed i due Vice Ispettori Nazionali sono eletti con tre distinte votazioni a scrutino segreto con la partecipazione di almeno due terzi dei componenti il Consiglio Nazionale e con un numero di voti che rappresenti la maggioranza dei componenti medesimi. Durano in carica due anni e sono rieleggibili. Le elezioni sono indette dal Presidente generale dell’Associazione. L’Ispettore Nazionale ed i Vice Ispettori rispondono del loro operato al Presidente generale dell’Associazione e per gli aspetti amministrativi al Direttore Generale. Per ciascuna votazione, in seguito a due inutili esperimenti elettorali, siconsidererà eletto colui che ha ottenuto il maggior numero di voti. Tutti gli atti relativi alla procedura elettorale saranno rimessi al Presidente generale della C.R.I. che provvederà alla proclamazione degli eletti.


ART. 27


L’Ispettore Nazionale:

a) convoca e presiede il Consiglio Nazionale

b) rappresenta i Volontari del Soccorso nei confronti del Presidente generale dell’Associazione.


ART. 28


Le cariche previste dal presente regolamento sono incompatibili fra di loro.Possono presentarsi candidati, od essere proposti alle cariche stesse, i Volontaridel Soccorso con almeno due anni di anzianità ad eccezione degli Ispettori dei gruppi di nuova costituzione- che in tale periodo abbiano rispettato gli impegni previsti dal precedente ART. 9 - 1° comma. Con regolamento, deliberato dal Consiglio Nazionale di cui al precedente ART.22 ed approvato dal Presidente generale dell’Associazione, sono emanate norme sull’elettorato passivo e sul procedimento elettorale per quanto non previsto dal presente regolamento.


ART. 29


Il Comitato Centrale, sentito l’Ispettore Nazionale, annualmente prevede nel bilancio di previsione apposito stanziamento per le specifiche attività dei Volontari del Soccorso. Le Unità periferiche della C.R.I., in relazione a quanto disposto dal precedente art. 7, sentito l’Ispettore del gruppo, prevedono annualmente nei rispettivi bilanci apposito stanziamento per le attività dei V.d.S. da svolgersi in sede locale. Entro i termini di scadenza per la presentazione dei bilanci di esercizio, il 30 aprile per il consuntivo ed il 30 ottobre per il preventivo, l’Ispettore Nazionale e gli Ispettori dei gruppi per le attività di rispettiva competenza, dovranno rimettere una dettagliata relazione per l’attività svolta nell’anno decorso e per quelle programmate da svolgere nell’anno successivo, nel quadro della programmazione di cui all’art. 23 lett. a). Copia della relazione dell’Ispettore di gruppo, ed a cura di quest’ultimo, dovrà essere trasmessa all’Ispettore Regionale.