Questo sito contribuisce alla audience di

Folgorazioni!

----------





I pericoli che possono derivare dall’uso di energia elettrica sono costituiti dal rischio di folgorazione e dalla possibilità che apparecchiature e impianti possano provocare incendi. Da questi pericoli ci si può e ci si deve difendere con il comune “buon senso” e mettendo in atto tutti gli accorgimenti tecnici per prevenire qualsiasi incidente. Il passagio della corrente elettrica attraverso l’organismo umano può produrre effetti più o meno gravi a seconda della intensità e della durata del contatto. Si può andare dal semplice “formicolio” alla contrazione dei muscoli. Nei casi più gravi si possono manifestare ustioni ed anche l’arresto cardiaco e respiratorio.






Nel prestare soccorso ad una persona colpita da scariche elettriche, occorre agire con tempestività ma anche con estrema prudenza operando in condizioni di massima sicurezza per evitare il rischio di ulteriori folgorazioni:

interrompere immediatamente l’erogazione dell’energia; se non è possibile, allontanare subito l’infortunato dal contatto usando un bastone di legno secco (il manico di una scopa); non toccare mai con le mani la persona ancora a contatto con la fonte di energia;

prima di avvicinarsi alla vittima sarà comunque prudente isolarsi dal pavimento, ponendosi sotto una tavola di legno o un libro molto spesso oppure indossare un paio di zoccoli di legno o scarpe di gomma; non utilizzare assolutamente oggetti di metallo o manici di ombrelli;

solo quando l’energia sarà stata interrotta o sarà cessato il contatto con la corrente, si potra toccare la persona senza alcun pericolo. Controllare la respirazione: se necessita praticare la respirazione artificiale;

se, e solo se l’infortunato è cosciente e può deglutire somministrategli dell’acqua leggermente salata (un cucchiaino di sale e uno di bicarbonato di sodio in un litro d’acqua);

prevenite lo stato di shock distendendo l’infortunato con le gambe sollevate e ricopritelo con una coperta;

chiamate subito il 118.