Questo sito contribuisce alla audience di

Come combattere il fumo passivo?

-------------------------





Esistono tre metodologie di base per eliminare l’esposizione al fumo di tabacco ambientale (FTA):

1) la prima e la più diretta consiste nell’eliminare la fonte dell’inquinamento mediante il divieto o la restrizione del fumo nei luoghi pubblici e nei luoghi di lavoro.

2) la seconda strategia consiste nell’eliminazione dell’inquinamento dall’ambiente per mezzo di un miglioramento della ventilazione degli ambienti interni.

3) una terza possibilità di soluzione invoca, come misura contro il fumo passivo nei luoghi pubblici, le “comuni norme di educazione” (Times, 19 agosto 1985 p.52) (4). Purtroppo varie indagini epidemiologiche come quella condotta su 22.000 adulti nel 1987 in USA con l’obiettivo di stabilire se nelle situazioni che riguardano il fumo passivo si faccia uso o meno delle comuni norme di buona educazione, hanno dimostrato che la soluzione del problema FUMO-PASSIVO attraverso le comuni norme di educazione, caldeggiate dalle industrie del tabacco, ha scarsa possibilità di successo come unico mezzo per eliminare le esposizioni al fumo di tabacco ambientale.

Infatti secondo questo studio, circa la metà dei fumatori (47%) ha affermato di essere abituato ad accendere la sigaretta nei luoghi pubblici senza chiedere agli altri se ciò possa dar loro fastidio. D’altro canto quando qualcuno accende una sigaretta in un luogo pubblico, solo il 4% dei non fumatori chiede al fumatore di spegnere la sigaretta, malgrado la maggior parte dei fumatori consideri fastidioso e dannoso il fumo passivo (5, 6, 7).