Questo sito contribuisce alla audience di

Lunedì 24 Maggio 2004, 16:30

In Italia la salma di Fabrizio Quattrocchi





Foto
Roma, 24 mag. - (Adnkronos) - E’ atterrato l’aereo che ha riportato in Italia la salma di Fabrizio Quattrocchi. Il Turboelica ‘Icaro’, un gatto grigio disegnato sulla fusoliera, ha toccato terra alle 14,50 sulla pista dell’aviazione generale, per poi dirigersi verso lo scalo militare di Ciampino. Qui sono in attesa i familiari dell’italiano ucciso il 14 aprile scorso: la fidanzata Alice, accompagnata dal padre, ed il fratello Davide. Ad assistere i familiari un nucleo di sostegno psicologico della Croce Rossa Italiana. A bordo dell’aereo, decollato questa mattina da Baghdad, c’e’ il commissario straordinario della Croce Rossa Italiana Maurizio Scelli ed alcuni volontari della Cri. Per oggi pomeriggio e’ prevista l’autopsia che sara’ eseguita all’Istituto di Medicina legale dell’Universita’ ‘La Sapienza’ di Roma dall’equipe del professor Giancarlo Umani Ronchi, direttore dell’obitorio ed ordinario dell’Istituto di Medicina legale de ‘La Sapienza’, insieme al professor Renzo Celesti, perito di parte nominato dalla famiglia Quattrocchi. Lo ha annunciato all’ADNKRONOS il professor Umani Ronchi. ”Noi aspettiamo -ha detto- non soltanto l’arrivo della salma di Quattrocchi, ma anche l’arrivo del professor Celesti, che verra’ da Genova e sara’ qui a Roma non prima delle 15,30”. ”Non inizieremo prima di quell’ora -ha sottolineato Umani Ronchi- Prima dell’arrivo del professor Celesti ci limiteremo a svolgere tutto il lavoro preliminare all’esame autoptico”.