Questo sito contribuisce alla audience di

Tuffi sicuri, al mare e in piscina

da non dimenticare che......

Estate, tempo di mare e di bagni.

Ecco di nuovo la necessità di ricordare poche regole elementari, ma fondamentali per evitare incidenti che purtroppo regolarmente ogni anno funestano le vacanze di alcuni.

Il mare è amico dell’uomo, ma va rispettato e conosciuto, perché… non perdona.

Prima regola da rispettare in modo assoluto è quella relativa allo stomaco vuoto: mai fare il bagno, in mare o piscina, nel bel mezzo della digestione, anche se fa caldo, lo stomaco deve essere il più possibile vuoto, aspettare almeno 3 ore dopo un pasto e comunque mangiare leggero se si vuole fare il bagno dopo pranzo.

Non tuffarsi in acqua troppo accaldati, stare un po’ all’ombra o bagnarsi gradualmente per rinfrescarsi, soprattutto se si è stati al sole a cuocere per un po’ di tempo.

Non associare alcolici e nuotate: non bere alcol prima di fare un bel bagno deve essere una regola salvavita: alcol+caldo+sforzo fisico sono una miscela molto pericolosa, anche mortale, per la nostra salute.

Prima di iniziare una nuotata, soprattutto in mare aperto, riscaldare i muscoli con i giusti esercizi.

Non iniziare a nuotare se vi sentite stanchi, se una volta in acqua avete troppo freddo o troppo caldo.

Cercate, se avete programmato una nuotata in mare aperto, di non andare da soli, soprattutto se non conoscete bene la zona di mare.

Informatevi sulle correnti ed eventuali secche o buche. Date sempre uno sguardo alle previsioni del tempo locali, prima di iniziare una nuotata impegnativa.

Attenzione ai tuffi: i traumi alla colonna vertebrale da tuffi sbagliati hanno conseguenze quasi sempre deleterie e con esiti che rendono invalidi per tutta la vita.

Non tuffatevi in acque basse o di cui non conoscete la profondità, e se invece vi tuffate da trampolini, fatelo sempre dalla fine del bordo del trampolino.

Controllate la profondità della piscina in cui volete tuffarvi e fatelo solo se l’acqua è abbastanza profonda.

Se nuotate in mare aperto e ci sono onde, non entrateci a testa in giù, rischiate anche in questo caso un trauma alla colonna cervicale che nei casi sfortunati può avere conseguenze gravissime.

E se progettate una bella vacanza al mare con tante nuotate ricordate sempre che non basta saper nuotare, bisogna avere fiato e resistenza, soprattutto dopo un anno di inattività invernale: quindi riprendete l’attività gradualmente, aumentando lo sforzo fisico giorno dopo giorno, ma senza raggiungere la soglia della stanchezza in acqua.

Se invece progettate una vacanza in piscina, attenti al cloro e alle possibili infezioni da piscina, da funghi e da batteri: dopo ogni bagno è buona regola fare la doccia e cambiare costume.

Seguendo poche regole di buon senso, la vacanza sarà veramente…vacanza.