Questo sito contribuisce alla audience di

Il pediatra risponde

uno specialista a tua disposizione

Mia figlia di tre anni e mezzo ha, da qualche mese, degli episodi asmatici ricorrenti (ogni due settimane). C’è il sospetto che si tratti di asma allergico poiché il papà ha sofferto da bambino di asma allergico ma il pediatra ci ha detto che la bambina è troppo piccola per fare le prove allergometriche e ci ha consigliato un soggiorno climatico al mare di almeno due settimane durante l’inverno. Un altro pediatra viceversa ci ha consigliato di portarla in montagna sostenendo che, per l’asma, è meglio la montagna e l’aria è più pulita. A chi dare credito? È meglio il mare o la montagna?