Questo sito contribuisce alla audience di

Annalisa Durante: Una vittima innocente

La ragazza, di soli 14 anni, è stata uccisa per caso, durante uno scontro a fuoco tra due clan contrapposti, nel quartiere Forcella di Napoli.

Annalisa Durante, 14 anni, è stata uccisa per caso, a Napoli nel quartiere Forcella, uno dei più degradati della città. Era il 27 settembre del 2004 quando la ragazza, in compagnia di alcune cugine stava chiacchierando sotto il portone di casa ed è finita nella traettoria di uno scontro a fuoco tra camorristi. Era un caldo sabato sera di fine estate quando, all’improvviso, sopraggiungono due uomini a bordo di una moto che fanno fuoco contro Salvatore Giuliano, 20 anni, appartenente alla storica famiglia criminale.

Sembra che il giovane camorrista si sia fatto scudo con il corpo della ragazza, ma questa ipotesi è stata abbandonata. Annalisa è stata raggiunta al capo e cade in una pozza di sangue tra le urla della cugine. Inutile la corsa all’ospedale più vicino, l’Ascalesi. Ma il nosocomio non è attrezzato per questo tipo di assistenza e la ragazza, ormai in coma irreversibile, viene trasportata al Loreto Mare. Qui i sanitari non posso fare altro che affermare che la vita della giovanissima e bellissima vittima si era spezzata per sempre. I genitori autorizzano l’espianto degli organi.

Mentre il quartiere e l’intera Napoli è sotto choc per l’accaduto gli inquirenti stringono il cerchio sia per quando riguarda il malavitoso sia sui suoi sicari che sembrano appartenere al clan contrapposto dei Mazzarella che, negli anni cercavano di spodestare il clan Giuliano.

Salvatore Giuliano viene arrestato dopo un blitz di interforze mentre si nascondeva nell’appartamento di un parente a Pomigliano d’Arco. Fin dall’inizio il ragazzo nega di aver sparato e colpito Annalisa e di aversi fatto scudo con il corpo della ragazza. Ma l’autopsia e i controlli sulla pistola di Giuliano, nonchè la ricostruzione dell’intera scena affermano che il proiettile che ha ucciso l’adolescente è stato esploso proprio dal camorrista per rispondere al fuoco dei suoi rivali. Il 31 marzo di quest’anno Salvatore Giuliano è stato condannato a 24 anni di carcere per l’omicidio di Annalisa Durante, la più bella e dolce ragazza dell’intero quartiere.

Lucia Criscuoli

Foto Annalisa Durante

Argomenti

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati