Questo sito contribuisce alla audience di

Cedric Tornay assassino o vittima?

Il triplice omicidio due Guardie svizzere e la moglie di uno di loro resta un giallo. Secondo la Santa Sede si trattò di un omicidio- suicidio, ma restano molte domande senza alcuna risposta.

Era il 4 maggio 1998 quando furono trovati nel Vaticano i corpi senza vita di una giovane Guardia svizzera, Cedric Tornay di 23 anni, del suo neo comandante Alois Esterman di 44 anni e di sua moglie Gladys Meza di 49 anni. Dalle prima indagini sembra che si era trattato di un omicidio - suicidio, il giovane soldato aveva ucciso e poi si era ucciso. Ma è obbligatorio il “sembra” , visto che nessuno, escluso le autorità vaticane ha potuto verificare come realmente si siano svolti i fatti. Sulla tesi del duplice omicidio e del suicidio del ragazzo restano molte ombre e dubbi.Qualcuno ha ipotizzato una segreta relazione omossessuale tra i due soldati sfociata poi in tragedia, ma non è mai stato dimostrato. Il primo alone di mistero riguarda una lettera spedita da Tornay qualche giorno prima della strage nella quale annunciava il suo gesto “folle” e sopratutto se fosse stata vera l’ipotesi del rapporto omossessuale perchè uccidere anche la moglie di Esterman. Da alcune dichiarazioni raccolte a Borgo Pio tra gli abitanti della borgata è emerso che i due uomini dell’armata pontificia si facevano vedere spesso insieme anche in un bar, cosa a dir poco “strana visto che, per questioni gerarchiche erano impossibili.

Secondo la versione ufficiale del Vaticano il motivo del duplice omicidio era la vendetta, il giovane aveva forti risentimenti contro il suo comandante in quanto Esterman l’aveva in precedenza ammonito con provvedimenti disciplinari tra i quali la negazione di una onoroficenza, una medaglia. Inoltre, sempre secondo le indagini della Santa Sede, il giovane Tornay faceva uso di sostanze stupefacenti, circostanza suffragata dal ritrovamento di 24 mozziconi di spinelli trovati in un suo cassetto.

A rincarare la dose sulla “follia” del soldato la presenza sul suo cranio di una cisti che, premendo sul lobo frontale poteva essere la causa di un disturbo conportamentale, che aveva i postumi di broncopolmonite e, infine, che era ragazzo indisciplinato ed irriverente. Il caso è stato archiviato in fretta in furia nel 1999. Ma facciamo un passo indietro e ritorniamo sulla scena dei delitti. Secondo la ricostruzione dei fatti svolta dal Vaticano l’arma era stata trovata sotto il corpo del sottoufficiale. L’assassino ha agito in questo modo:prima ha ucciso il suo comandante, quindi ha ammazzato Gladys Meza Romero, moglie di Esterman e presente nell’appartamento, infine ha usato la stessa arma, la sua pistola di ordinanza, contro se stesso sparandosi un colpo in bocca.

I tre corpi erano in queste posizioni: i due uomini stesi sul pavimento mentre, la donna era seduta con la schiena appoggiata alla parete. Molto strano. Questa scena fa presupporre che la traettoria dei colpi esplosi da Tornay era quasi parallela al pavimento senza una precisa direzione dall’alto verso il basso o viceversa, inoltre, sempre secondo la Santa Sede, un proiettile si era conficcato nel soffitto. La pistola era calibro 9 e a tutti gli effetti è un’arma da guerra con a disposizione 8 colpi nel caricatore. Sono stati esplosi 5 colpi , ma sono stati trovati solo 4 bossoli. Dove è finito il quinto? Le finestre erano chiuse e non è stato mai provato il ritrovamento del bossolo nel soffitto.

Sempre secondo quando dichiarato dalle fonti ufficiali ponteficie il giovane Cedric dopo aver assassinato i due coniugi si era tolto la vita sparandosi in bocca e morendo all’istante. Il cadavere è stato trovato col volto rivolto verso il pavimento. Quindi si evince che il corpo privo di vita è caduto in avanti e la pistola è finita a terra rimanendo sotto la guardia svizzera. Questa dinamica, l’unica possibile stando ai dati disponibili, secondo gli esperti, appare inverosimile. Tenendo conto che l’arma usata dal suicida e da “guerra” quindi di grosso calibro, il proiettile, molto devastante, è fuoriuscito dalla scatola cranica frantumandola, per poi ficcarsi nel muro. Tornay era in piedi e, quindi, l’impatto ha provocato uno spostamento della testa sbilanciandosi indietro e non in avanti.Quindi il soldato doveva essere trovato di spalle e non bocconi.

Sono poche le probabilità che la pistola poteva finire sotto il suo corpo.

Allora il cadavere è stato spostato? Da chi e perchè?. Secondo quando riportato in un libro- inchiesta “Delitto in Vaticano” l’autore, Fabio Croce, ricostruisce fatti, premesse e contorni legati alla strage. secondo la sua opinione il delitto è stato compiuto in modo da creare una messa in scena: son sarebbe Cedri l’assassino degli altri due, ma si tratterebbe di un triplice omicidio ad opera di un sicario inviato da stanze segrete del Vaticano e l’obiettivo sarebbe stato proprio il neo -comandante Esterman che sembra sapesse troppo di traffici illeciti, di documenti segreti,di spie e di massoni.
La madre di Cedric ha sempre dichiarato che il figlio non era mai stato gay e che amava troppo la vita per suicidarsi.

Lucia Criscuoli
Foto Cedric Tornay- Alois Esterman-Gladys Meza Romero
.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Anticristiano

    14 Jun 2009 - 20:48 - #1
    0 punti
    Up Down

    La kiesa é sempre stata un’organizzazione paragonabile a cosa nostra, all’andrangheta, la Camorra e ki più ne ha più ne metta, e questo fatto di cedric, lui é stato una vittima di una cospirazione, forse nn contro di lui può essere ke si é trovato nel posto sbagliato nel momento sbagliato, ma alla fine é una vittima della kiesa ke vuole nascondere la verità xk potrebbero perdere punti, i fondamenti della kiesa poi sn vivere nella povertà, ma li troviamo tutti ingiogliellati vivono in case da sogno e sopratutto mandano via di casa gli affituari , questa la kiamate vivere in povertà ma ke vadino a quel paese

Argomenti

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati