Questo sito contribuisce alla audience di

Sal Mineo: una morte misteriosa

Dopo James Dean e Natalie Wood ecco il terzo caso della "maledizione" del film Gioventù bruciata.

L’incontro con James Dean segnò fortemente la vita di Sal Mineo, morto a solo 36 anni in un modo tragico e misterioso. L’attore diventò famoso in tutto il mondo per la sua partecipazione al film “Gioventù bruciata” dove recitò accanto a Dean e Natalie Wood, anche loro deceduti in tragici e sospetti incidenti.

Salvatore Mineo era nato il 10 gennaio del 1939 nel Bronx, figlio di immigrati siciliani. Ad 8 anni veniva già ritenuto un teppistello e veniva espulso regolarmente da tutte le scuole del quartiere. La madre, cercando di allontanarlo dalla “cattive” amicizie lo iscrisse ad una scuola di danza. Fu un vero disastro per il giovanissimo Sal : ebbe il marchio di “sissy” (checca) dai bulli del quartiere. Per smentire le male lingue Salvatore si impegnò nello sport e divenne presto un vero campioncino di football. Per rendersi ancora più grande agli occhi dei compagni regalò alla squadra 5 mila dollari frutto di un furto perpretato ai danni di una agenzia di pompe funebri dove lavorava il padre.

Fu scoperto e il magistrato, proprio per la sua giovane età, solo 10 anni, gli propose due possibilità di scelta : essere rinchiuso in un collegio o iscriversi ad una scuola per aspiranti attori. Scelse la seconda e per lui si spalancarone le porte dell’arte recitativa. Frequentò la scuola solo per anno perchè a soli 11 anni era già di grado di esibirsi direttamente sul palcoscenico. Da quel giorno iniziò la sua carriera. A soli 16 anni, nel 1955 approdò ad Hollywood e fu scelto per interpretare il ruolo di Plato in Gioventù bruciata accanto a James Dean. L’incontro con Dean fu determinante per tutta la sua vita sia privata che artistica. Divennero amanti essendo entrambi bisessuali.

Il loro rapporto si evidenziò proprio durante le scene di Gioventù bruciata e la loro “intensità” li porta ad essere candidati all’oscar nello stesso anno. Sal Mineo era il tipico figlio degli anni ‘50, insicuro, scontento, represso. Dopo diversi film di buon successo a 30 anni, nel 1969, ebbe la possibilità di essere attore e contemporaneamente regista teatrale mettendo in scena (dove recitava anche nudo) un dramma sulla violenza omosessuale nelle carceri.Dopo un periodo “buio” durante il quale l’attore era più interessato a rituali sadomasochistici che alla carriera arrivò la sua tragica morte. Il 12 febbraio 1976 Sal fu assassinato con una coltellata davanti il garage della sua abitazione.

Sal MineoIn un primo momento la Polizia pensò ad un tentativo di furto ma, il portafoglio fu trovato accanto al cadavere. Le indagini si spostano nell’ambiente degli omosessuali molto frequentato dall’attore. Infine, viene arrestato un vagabondo, Lionel Ray Williams, reo- confesso che però, dopo la condanna, ritratta tutto. Nessuno gli crede e l’uomo resta in carcere. I parenti di Sal Mineo sono convinti che in carcere è stato rinchiuso l’uomo sbagliato. Allora se il vagabondo non era colpevole chi ha ammazzato Sal Mineo e perchè.

Lucia Criscuoli

Foto: Salvatore Mineo ed una scena del film Gioventù bruciata con James Dean e Natalie Wood.

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati