Questo sito contribuisce alla audience di

Il suicidio di una ereditiera: Christina Onassis

Aveva tutto, escluso l'amore. Era una donna bruttina ed odiava il suo corpo. Era infelice. E' morta in circostanze "strane" a soli 37 anni. La vera storia di Christina Onassis

C’era una volta una ragazza dal nome Christina e dal cognome Onassis. C’era una volta una donna triste dal nome Christina che amava ma, forse, nessuna l’ha mai veramente amata. C’era una volta. Ma non è una favola. E’ la triste storia di una giovane ereditiera che aveva tutto, eppure non aveva nulla. Christina Onassis è nata l’11 dicembre del 1950 a New York, figlia di Aristotele Onassis. La piccola Christina cresce in un ambiente di estrema ricchezza essendo il padre uno degli uomini senza scrupoli più ricchi e potenti del mondo. Christina diventa una ragazza debole e fragile, ossessoniata dalla grassezza. Non è bella, anzi. E questo suo aspetto che non accetta la spinge, a soli 17 anni a sottoporsi ad un intervento di chirurgia estetica per ridurre il naso ed eliminare le borse sotto gli occhi. I suoi genitori sono sempre assenti impegnati nelle loro feste mondane in tutto il mondo mentre la ragazza cerca conforto nell’equitazione, in abiti eleganti e gioielli, ma nulla può compensare il suo bisogno d’amore.

Christina OnassisChristina era una ragazza bruttina, gambe gonfie, faccia scavata, addome sporgente. Somiglia in un modo incredibile al padre e dallo stesso ha preso le fattezze per nulla gradevoli per una giovane donna. Dopo la prima operazione estetica al volto la giovane Christina si sottopone ad una liposuzione alle cosce ed inizia ad ingerire quantità incredibili di farmaci per non ingrassare. Il padre Aristotele lascia la seconda moglie Athina per mettersi con Maria Callas. Dopo qualche anno ripudia la famosa cantante lirica e sposa Jackie Kennedy. Christina non accetta questo matrimonio. E’ gelosa di quella donna bella ed elegante. Nel 1970 Christina, a soli 20 anni, sposa Joseph bolker di 30 anni più grande di lei. E’ un dispetto che l’ereditiera fa al padre. Dopo solo un anno divorzia. Christina ha un fratello, Alexander. Il giovane, nato nel 1948, muore il 21 gennaio del 1973 schiantandosi al suolo con il suo aereoplano. La madre Athina, non restiste al dolore e si suicida nel 1974. Solo un anno dopo muore anche Aristotele Onassis già gravemente ammalato. Christina resta sola a gestire un patrimonio enorme. Chistina si è sposata 4 volte. Il suo ultimo matrimonio risale al 1984 quando sposa il play boy francese Thierry Rousselche la tradisce solo due mesi dopo il matrimonio con una modella svedese. Eppure dalla loro unione, nel 1985, nasce la piccola Athina che diventerà una delle donne più ricche del mondo, unica erede della famiglia “maledetta” Onassis, tutti morti. Il 19 novembre del 1988 Christina è morta. secondo quando dichiarato dai medici la donna, a soli 37 anni, è deceduta per edema polmonare. Secondo altre versione l’ereditiera triste si è suicidata ingerendo un cocktail di antidoloriferi, droghe varie e medicinali. Ma sul suo suicidio ci sono dei dubbi. Secondo il giornalista Costas Vaxevanis che ha scritto il libro “L’Omega di Cristina Onassis” è improbabile che la morte della donna sia avvenuta in una fattoria a Buenos Aires in Argentina. Inoltre, il giornalista si chiede perchè la polizia sia stata avvisata solo dopo sedici ore dopo il decesso e, infine, perchè il corpo di Christina sia stato trasportato da un ospedale all’altro come un paziente e non come un cadavere. Il libro raccoglie anche le “mormorazioni” degli investigatori argentini che si occuparono del caso e che non credettero e non credono ancora alla versione ufficiale di morte naturale. Secondo l’autore del libro Christina è stata assassinata. Ma da chi e perchè.

C’era una volta una bambina che si chiamava Christina. Adesso non c’è più. Nessuno l’ha potuta salvare nemmeno tutte le Guardie del Re.

 

Lucia Criscuoli

 

Foto da internet: Christina con la figlia Athina e Christina da sola

Ultimi interventi

Vedi tutti