Questo sito contribuisce alla audience di

Sequestro aziende zootecniche

I titolari di due allevamenti di bufali sono stati denunciati per inquinamento ambientale: sversavano i liquami degli animali direttamente in un fiume.

Due aziende zootecniche per l’allevamento bufalino di Altavilla Silentina, ricande nella riserva regionale protetta Foce Sele e Tanagro, sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza di Eboli in provincia di Salerno.I finanzieri, in collaborazione con le Guardie ecologiche del WWF, hanno scoperto che i rifiuti speciali, invece di essere smaltiti secondo le norme vigenti, venivano sversate in un canale finendo direttamente nel vicino fiume Calore. Inoltre, dopo severi controlli e militari e i volontari ambientalisti, hanno scoperto diversi scoli interrati che servivano da vasche di raccolta e che sversavano le acque reflue, provenienti dagli allevamenti, senza alcuna depurazione direttamente nel fiume. Ad aggravare la situazione è che il Calore, uno dei corsi d’acqua più limpido e salubre della Campania, confluisce con il vicino fiume Sele che sfocia lunghe le coste di Paestum, abrebbe potuto inquinare non solo tutti i corsi d’acqua della vasta area, ma anche il mare. I due titolari delle Aziende sono stati denunciati a piedi libero alla Procura del Tribunale di Salerno. Dovranno rispondere di inquinamento ambientale.

Lucia Criscuoli

Fonte: Guardia di Finanza Eboli-Salerno

Foto: Guardia di Finanza- Comando provinciale Salerno.

Ultimi interventi

Vedi tutti