Questo sito contribuisce alla audience di

Importante operazione antidroga ad Eboli (SA)

La Guardia di Finanza di Eboli (SA) ha sgominato una banda di spacciatori. Sedici persone sono finite in manette. Il comunicato ufficiale.

 

 






 

Guardia di Finanza

Comando Provinciale Salerno

 






OPERAZIONE ANTIDROGA DELLA GUARDIA DI FINANZA: ARRESTATE NELLA PROVINCIA DI SALERNO E IN QUELLA DI POTENZA 16 PERSONE PER SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI DEL TIPO “COCAINA”.


 

COMUNICATO STAMPA                                                       Salerno, 5 giugno 2007

 

NELL’AMBITO DELL’INTENSIFICAZIONE DEL CONTRASTO AL FENOMENO DEL TRAFFICO DI SOSTANZE STUPEFACENTI DISPOSTA E COORDINATA DAL COMANDO PROVINCIALE DELLA GUARDIA DI FINANZA DI SALERNO, LE FIAMME GIALLE DELLA COMPAGNIA DI EBOLI HANNO PORTATO A TERMINE UNA ULTERIORE ED IMPORATANTE OPERAZIONE ANTIDROGA  DENOMINATA “CELENTANO’S CHEESE”: L’ENNESIMO INTERVENTO CHE CONFERMA L’ ELEVATA ATTENZIONE  AL FENOMENO  POSTA   DALLA GUARDIA DI FINANZA.

LA COMPAGNIA DELLA GUARDIA DI FINANZA DI EBOLI, AL TERMINE DI UNA VASTA ED ARTICOLATA INDAGINE ANTIDROGA OPERATA NEI CONFRONTI DI UN SODALIZIO CRIMINOSO OPERANTE NELLA PIANA DEL SELE DELLA PROVINCIA DI SALERNO, DEDITO ALLO SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI DEL TIPO COCAINA, HA ESEGUITO 16 MISURE DI CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE E AGLI ARRESTI DOMICILIARI EMESSE DAL G.I.P. DEL TRIBUNALE DI SALERNO, DR.SSA GIOVANNA LEROSE, SU RICHIESTA DEI SOSTITUTI PROCURATORI DELLA REPUBBLICA DR.SSA VALLEVERDINA CASSANIELLO, DELLA DIREZIONE DISTRETTUALE ANTIMAFIA, E DR.SSA PATRIZIA GAMBARDELLA DELLA PROCURA ORDINARIA ALLA STESSA SEDE CHE HANNO COORDINATO E DIRETTO LE INDAGINI.

ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE FINALIZZATA ALLA VENDITA DI SOSTANZE STUPEFACENTI DEL TIPO “COCAINA”, È IL GRAVE CAPO D’IMPUTAZIONE MOSSO DAGLI INQUIRENTI AI COMPONENTI DEL GRUPPO CRIMINALE CHE, CON BASE NELLA PIANA DEL SELE, ERA RIUSCITO A CREARSI UN CANALE PREFERENZIALE PER L’ACQUISTO DELLO STUPEFACENTE DAL MERCATO MILANESE, ATTRAVERSO LA COMPLICITÀ DI UN NOTO PLURI-PREGIUDICATO CALABRESE CHE REPERIVA LA MERCE DIRETTAMENTE IN SPAGNA, E DAL MERCATO NAPOLETANO GRAZIE ALLA CORREITÀ DI PREGIUDICATI DELL’INTERLAND NAPOLETANO E DELL’AGRO-NOCERINO-SARNESE. L’APPROVVIGIONAMENTO DELLA “COCAINA” CONSENTIVA LO SPACCIO DI CENTINAIA DI “DOSI” A FAVORE DEI NUMEROSISSIMI CONSUMATORI INDIVIDUATI DAGLI UOMINI DELLE FIAMME GIALLE NELLA PIANA DEL SELE DELLA PROVINCIA DI SALERNO ED IN PARTICOLARE NEI COMUNI DI BATTIPAGLIA, EBOLI, CAPACCIO E AGROPOLI. LO STESSO SODALIZIO, INOLTRE, PROVVEDEVA A RIFORNIRE NON POCHI QUANTITATIVI DI “COCAINA” A PERSONE DI FIDUCIA CHE DISTRIBUIVA LA “MERCE” A CONSUMATORI DELLA PROVINCIA DI POTENZA.

L’ATTIVITÀ DI POLIZIA GIUDIZIARIA, CONVENZIONALMENTE DENOMINATA “CELENTANO’S CHEESE”, HA AVUTO INIZIO NEL MESE DI FEBBRAIO DEL 2005 A SEGUITO DI UNA VASTA ATTIVITÀ INFO-INVESTIGATIVA CONDOTTA DAL PERSONALE DEL NUCLEO MOBILE DELLA GUARDIA DI FINANZA DI EBOLI NEI CONFRONTI DEI DESTINATARI DELLE MISURE CAUTELARI E SI È PROTRATTA FINO AGLI INIZI DEL 2006.

L’INTERA ATTIVITÀ INVESTIGATIVA SI È ARTICOLATA IN TRE DELICATE FASI. LA PRIMA HA CONSENTITO LA INDIVIDUAZIONE DEI VARI CONSUMATORI E IL SEQUESTRO DI NON POCHI QUANTITATIVI DI “COCAINA”; NELLA SECONDA FASE GLI INQUIRENTI HANNO TRATTO IN ARRESTO IN FLAGRANZA DI REATO 10 PERSONE REI DI AVER ACQUISTATO LA “COCAINA” PER IL SUCCESSIVO SPACCIO. NELLA TERZA FASE, INFINE, GLI INQUIRENTI HANNO DELINEATO UN QUADRO PRECISO CIRCA LA COMPOSIZIONE DEL SODALIZIO CRIMINALE DA CUI SI È POTUTO STABILIRE IL RUOLO DI CIASCUNO, - DISTINGUENDO I “LEADERS” DAI “GREGARI” -, E IL CONTRIBUTO CHE OGNUNO DI ESSI DAVA PER MANTENERE SALDAMENTE IN VITA L’ORGANIZZAZIONE DELINQUENZIALE. ED È IN TALE CONTESTO CHE GLI UOMINI DELLA COMPAGNIA DI EBOLI, DOPO LUNGHI MESI DI ATTIVITÀ INVESTIGATIVA E MONITORAGGIO DEL TERRITORIO FATTO DI PEDINAMENTI, OSSERVAZIONI E CONTROLLI, SONO PERVENUTI ALLA IDENTIFICAZIONE DI BELMONTE UMBERTO DI ALTAVILLA SILENTINA, NOCE DOMENICO DI CAPACCIO; SICIGNANO MICHELE DI EBOLI, QUEST’ULTIMO GIÀ CONDANNATO PER IL REATO DI CUI ALL’ART. 416 BIS; MEROLA VINCENZO DI CAPACCIO, PERSONAGGIO DI SPESSORE NEL CAMPO DEGLI STUPEFACENTI; ESPOSITO MARIO DI SANT’EGIDIO DEL MONTE ALBINO; MATRONE RAFFAELE, ORIGINARIO DI POGGIOMARIMO MA DA ANNI RESIDENTE AD EBOLI; AMATO FRANCESCO, COGNATO DI MATRONE RAFFAELE, DI SCAFATI; ABBATE PAOLO SALVATORE, ORIGINARIO DELLA PROVINCIA DI POTENZA MA DA ANNI RESIDENTE A CAPACCIO; MAIORANO MARCELLO, DI CAPACCIO; BELLO GIUSEPPE DI CAPACCIO; MINELLA PASQUALE DI ROCCADASPIDE; CAPACCHIONE ALFONSO DI EBOLI; PORTOFRANCO RAIMONDO, DI ACERNO, PLURI-PREGIUDICATO GIÀ CONDANNATO, TRA L’ALTRO, PER IL REATO DI CUI ALL’ART. 416 BIS; AULETTA NICOLA, DI POTENZA; FIORILLO ROBERTO DI EBOLI; PACE VITO ANTONIO DI POTENZA.    

CONTESTUALMENTE ALL’ESECUZIONE DEI PROVVEDIMENTI DI CATTURA, SONO STATE ESEGUITE VARIE PERQUISIZIONI DOMICILIARI NEI CONFRONTI DI ALTRETTANTI INDAGATI.

PER TALE OPERAZIONE SONO STATI IMPIEGATI OLTRE 60 MILITARI DELLA GUARDIA DI FINANZA E UNITÀ CINOFILE DEL COMANDO PROVINCIALE DI SALERNO.

PROSEGUONO, INTANTO, LE INVESTIGAZIONI DEGLI INQUIRENTI, CHE POTREBBERO PORTARE AD ULTERIORI SVILUPPI OPERATIVI.

___________________________________________________________________________

Guardia di Finanza – Comando Provinciale Salerno
84121 – Salerno – Via Duomo, 21

Telefono e fax: 089 / 226444

Ultimi interventi

Vedi tutti