Questo sito contribuisce alla audience di

Borsch Ucraino

La ricetta del borsch ucraino, regalatami da Valentino-Slartibartfast, di it.hobby.umorismo, ricetta collaudata, visto che Maria sua moglie ucraina di nascita la prepara spesso.

Ingredienti

- 300 g di Carne di manzo

- 300 g di Barbabietola rossa

- 400 g di Cavolo fresco

- 500 g di Patate

- 100 g di Carote

- Aneto (finocchio selvatico)

- Prezzemolo

- 1 o 2 di cipolle piccole

- 1 o 2 di spicchi d’aglio

- 400 g di pomodoro fresco

- 1 cucchiaio di farina

- 200 g di grasso (Burro? Margarina? Strutto?)

- 100 g di Smetana (Panna acida)

- 1 cucchiaio di zucchero

- 2 cucchiaini di aceto (di mele)

- Sale

- Pepe a grani

- Alloro

 

Preparazione:

Far bollire la carne fino a raggiungere la completa cottura.

Pulire e lavare la barbabietola e tagliarla strisce, salarla e bagnarla con
l’aceto. Mescolare e mettere in una pentola profonda, aggiungere parte del
grasso e il pomodoro fatto a pezzi, lo zucchero e mettere sul fuoco lento fino a
che non sia tutto ben mescolato e semicotto. A parte tagliare a fettine la
cipolla e far cuocere con il resto del grasso e aggiungere la farina e far
soffriggere il tutto. Tagliare la carne bollita a pezzettini. Nel brodo di
cottura della carne versare le patate tagliate a dadini e portare a bollitura.
Quando il brodo con le patate bolle, versare nella pentola il cavolo tagliato a
pezzettini e far cuocere con le patate per 10 - 15 minuti. Aggiungere la
barbabietola e la cipolla preparate a parte, sale, pepe e far cuocere fino a che
le patate ed il cavolo non sono cotti. Aggiungere quindi l’aglio e il prezzemolo
pestato con sale e lardo (o Spek) iportare a bollire il tutto, appena il Borsh
riprende a bollire togliere dal fuoco e lasciare a riposare per 20 minuti.
Aggiungere la carne a pezzi, la Smetana e l’Aneto. Buon appetito

 

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Pierluigi

    15 Feb 2011 - 21:02 - #1
    0 punti
    Up Down

    Io ne conosco una variante grazie ad un’amica ucraina che me ne ha insegnato la ricetta, da me adattata un pochino ai nostri gusti:

    Ingredienti

    Fagioli secchi bianchi e/o due barottoli di borlotti (meglio ancora se freschi) , aneto (finocchietto bastardo), prezzemolo, un piccolo cavolo-crauto bianco anche chiamato cappuccio, ½ kg o 4 barbabietole rosse lessate (chiamate anche rape rosse), 2 carote, 2 cipolle, passata di pomodori o frullato di pelati, 2 patate o 3 patatine, una confezione di panna fresca, sale, pepe, un cucchiaio di aceto di mele (o balsamico o al limite di vite) o in mancanza una mela verde (opzionale), 200gr di pancetta affumicata a dadini. Acqua circa 3 litri

    Queste quantità dovrebbero andare bene per 6 commensali.
    Tempo necessario tra lavorazione e cottura circa un ora.

    Procedimento

    Se i fagioli erano secchi, si lessano in abbondante acqua (3 litri e ½) lasciandoli riposare a parte per circa un’ oretta.

    Poi si riprende la bollitura (se i fagioli non erano secchi allora si comincia da questa fase predisponendo una pentola con 3 litri d’acqua) aggiungendo la mela (sarebbe meglio non metterla, molto meglio usare aceto), le patate, e una carota il tutto tagliato a dadini inoltre una cipolla tagliata alla julienne o a pezzetti e il cavolo-crauto cappuccio, senza la parte centrale, tagliato a strisce, e si continua la bollitura per circa mezz’ ora.

    Contemporaneamente alla lessatura del cavolo, si prende un altra pentola e si fa un soffritto con una cipolla e una carota tagliate alla julienne o gratuggiata, poi quando le cipolle sono imbrunite aggiungere le barbabietole tagliate in listelle insieme alla panna (tre quarti di confezione).
    Cuocere circa 5 minuti e poi versare il contenuto di questa pentola su quella della lessatura.

    A questo punto si aggiungono tre quarti di barattolo di pelati frullati (o la passata), i fagioli in scatola (se erano freschi si aggiungevano assieme alle patate), aneto, sale e pepe e volendo un pò di dado, cuocere ancora dieci minuti insieme e alla fine aggiungere l’aceto e il prezzemolo.

    D’inverno nella pentola del soffritto, assieme alla cipolla e carota, si mettono anche dadini di pancetta affumicata (200 gr)

    L’ideale sarebbe non mangiarlo subito ma lasciarlo riposare almeno mezza giornata.

    Io consiglio di passare col minipimer sulla pentola a fine cottura in maniera di omogenizzare una parte del borsh, così che la parte liquida sia più densa, un po’ come si fa col minestrone, ma senza esagerare: i pezzetti di verdure si devono vedere e sentire.

    Servire il borsh con pezzetti di pane sul “minestrone”, meglio se abbrustoliti. Si può mettere anche un pò di parmigiano ma veramente pochino perchè non deve coprire i sapori, ne la caratteristica acidità del borsh.

Ultimi interventi

Vedi tutti