Questo sito contribuisce alla audience di

I croissants

Il cornetto ed il cappuccino la cui origine è, però, austriaca e ricorda una vittoria riportata nel 1689 sui Turchi. Furono, infatti, i fornai viennesi, che lavoravano di notte, a sorprendere il nemico che cercava di entrare nella città. La forma a mezzaluna del croissant ricorda l'emblema sulla bandiera turca.

Il
Cappuccino ed il  cornetto sono “nati” nel settembre 1683 con la
liberazione di Vienna. E  quasi certamente il cappuccino prende
questo nome in riferimento all’eroe mistico, padre Marco d’Aviano. Come
in tutte le leggende, anche qui è difficile separare storia e fantasia. Si
racconta  che i turchi in fuga abbiano abbandonato nel loro accampamento -
oltre all’affollato harem di Mustafà - anche 500 sacchi di chicchi di
caffè
, una bevanda utilizzata quotidianamente dai  turchi. In un primo
momento i soldati vincitori credettero si trattasse di un esotico foraggio per i
cammelli, poi provarono
a
bollirlo, ottenendone un liquido scuro e amaro. Il merito della scoperta dei
sacchi di caffè, molto probabilmente fu del ricognitore polacco Franz Georg
Kolschitzky
o di un altro soldato polacco ma di origini armene, Diodat.
I viennesi, trovanrono imbevibile la bevanda,  e cosi’ pensarono bene di
addolcirla con miele, latte e panna, creando così il primo «cappuccino»,
così chiamato dal colore dell’abito degli omonimi frati, il più famoso dei quali
era padre Marco, riconosciuto artefice morale della liberazione della
città.

Durante l’assedio i viennesi conobbero un’altra specialità turca destinata a
diffondersi in tutta Europa. Un soldato turco fece infatti entrare in città un
dolce chiamato “ay” che aveva una forma ricurva per richiamare la
mezzaluna. Secondo un altra leggenda , mentre alcuni fornai di Vienna stavano
confezionando nottetempo dei panini con la poca farina rimasta, sentirono il
rumore degli scavatori turchi, intenti a preparare i cunicoli per le mine.
Diedero subito l’allarme e la minaccia fu sventata. Per questo, ottennero il
privilegio imperiale di poter confezionare i cornetti (in tedesco “Gipfeln”)
a forma di mezzaluna. Maria Antonietta portò il cornetto alla corte di
Luigi XVI
da lei sposato. E in francese fu ribattezzato “croissant”,
ossia “mezzaluna”.

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati