Questo sito contribuisce alla audience di

I sapori e i profumi maltesi

La gastronomia di Malta, è un incontro di sapori e colori mediterranei, dovuti alla vicinanza con la nostra sicilia, ma non solo con la Grecia, la Turchia, e tutti i paesi che si affacciano sul nostro mar mediterraneo

Quintessenza della sua sfaccettata cultura, la gastronomia di Malta è un vero e proprio incontro tra le più svariate etnie che ne hanno tracciato il corso degli eventi. Le preparazioni più importanti, sono naturalmente a base di pesce, seguite dalla carne di coniglio, la pasta e le zuppe. La vicinanza dell’ Italia e soprattutto della Sicilia ha influenzato la cucina dell’Isola, numerosi fli ingredienti ampiamente utilizzati, dai capperi al timo, dal fico d’India al pesce spada, dalle melanzane alle arance. I 170 anni di dominio britannico hanno lasciato, inoltre un ottimo metodo per produrre la birra, le salse ed i contorni.
Questa connubio di ingredienti e di cucine ha creato accostamenti per noi italiani forse un po’ troppo audaci ma che meritano senzaltro una degustazione. Tra i primi piatti, gustosissime sono le zuppe di pesce a brodetto (l’”aljotta” e la “soppa ta’l-armla” o zuppa della vedova), verdure miste, arricchite da uova, ricotta e “gbejniet” il formaggio di Gozo, l’antipasto ideale se accompagnati dal pane maltese. Si possono trovare sia freschi che stagionati (conservati sott’olio, sott’aceto o sottovuoto). Naturalmente quelli freschi conservano un aroma ed un sapore del tutto particolare. Da provare quelli pepati e piccanti con le tipiche gallette maltesi ed un bicchiere di vino rosso tipico.

Il coniglio è il piatto tipico maltese, cucinato in diversi modi: il “fenek biz-zalza”, coniglio al vino con cipolle ed erbette, il pasticcio di coniglio, “torta tal-fenek”. Una cena tutta a base di coniglio si chiama “fenkata”.
Sulle tavole maltesi non manca il pesce e, in particolare, la lampuka, piatto stagionale in autunno quando si apre la stagione della pesca al Lampuki. Questo pesce ha carne bianca con poche spine viene preparata in pasticcio, in crosta con olive e cavolfiore, in salsa piccante a base di capperi, aceto e olive.
Ottimo anche il polpo stufato al vino rosso stufatt tal-qarnit”. I dolci, sono molto simili a quelli della tradizione siciliana, come i cannoli alla ricotta “cannoli ta’l-irkotta”, le ciambelle al miele insaporite al cacao o all’anice, gli “imqaret” ovvero profumatissimi pasticcini fritti ripieni di datteri. Alla fine della cena i maltesi offrono sempre la “helwa tat-Tork”, dolce miscela di mandorle pestate e intere. Una vera e propria delizia dell’isola è il pane, “hobz”, dalla crosta croccante e la mollica molto soffice: i maestri fornai di Malta provengono quasi tutti dalla città di Qormi, specializzata proprio nell’arte della panificazione.

Tra i liquori vi è il Bajtra, a base di fichi d’India, miele e erbe, prodotto dalla famiglia Demaio. Bevanda nazionale analcolica è la Kinnie, molto simile al chinotto, si trova ovunque, nei distributori automatici e anche alla spina, ed è fatta con arance amare ed erbe.

Ultimi interventi

Vedi tutti