Questo sito contribuisce alla audience di

Gulab jamun

La maggior parte, per non dire tutti, dei dolci di latte nasce in Bengala; c'e una immensa varieta' di dolcetti che riescono a realizzare partendo dal latte.

Gulab Jamun

La maggior parte, per non dire tutti, dei dolci di latte nasce in Bengala; c’e una immensa varieta’ di dolcetti che riescono a realizzare partendo dal latte..

Anche i Gulab Jamun, famosissimi, sono palline di latte (una lavorazione diversa dai Rasgulla) che prima di essere immerse nello
sciroppo vengono fritte nel ghee, dove lievitano e si gonfiano. E’ una frittura a bassa temperatura diciamo attorno ai 115 gradi, muovendole
continuamente con la spatola per rendere uniforme la colorazione.

Le dosi per i Gulab Jamun sono

- 2 tazze di latte in polvere

1 tazza di farina lievitata (la Spadoni e’ ottima);

Mischiatele in una terrina ed aggiungete alcune cucchiaiate di latte tiepido, lavorate il tutto, in modo da formare un composto omogeneo, non secco ma neppure umido-appiccicoso; un po’ come quando si fa l’impasto per il pane o per la pasta all’uovo insomma. lavorate questa palla per qualche minuto con le mani imburrate e lasciatela riposare in un sacchetto.
Preparare delle palline piu’ piccole di una noce e quando saranno pronte friggerle in ghee.

Per queste fritture è consigliabile l’ uso del wok che ha una superficie molto larga e non e’ troppo profonda.

Portate dunque il ghee a circa 115 gradi ed immergetevi le palline che andranno subito a fondo.
Con la ramaiola e molta delicatezza, tenetele in continuo movimento;
dopo poco cominceranno a venire a galla; mantenete la temperatura di frittura sempre bassa e le palline in continuo movimento; da bianche
cominceranno a diventare prima opalescenti, poi paglierine poi dorate chiare; appena la doratura diventa piu’ scura e’ ora di toglierle e
farle raffreddare una decina di minuti prima di immergerle nello sciroppo bollente aromatizzato all’acqua di rose.

Ultimi interventi

Vedi tutti