Questo sito contribuisce alla audience di

Kugelhupf o Gugelhupf

Gugelhupf o Kugelhupf è un termine che viene usato in Germania, i Austria, Svizzera, Tirolo ed Alsazia per indicare un tipo di torta. Nella Repubblica Ceca questa preparazione la ritroviamo sotto il[...]

gugelhupf

Gugelhupf o Kugelhupf è un termine che viene usato in Germania, i Austria, Svizzera, Tirolo ed Alsazia per indicare un tipo di torta.
Nella Repubblica Ceca questa preparazione la ritroviamo sotto il nome di bábovka, in Polonia babka, in Croazia, Slovenia, Bosnia-Erzegovina e Serbia è chiamato kuglof.
Questo dolce la forma di un toroide, come una ciambella.
Scavi a Budapest, a Carnuntum (antica città romana non lontana da Vienna), nelle valli del Reno e in Francia hanno portato alla luce i caratteristici stampi in bronzo a larghe scanalature con un foro nel mezzo che ancora oggi si utilizzano per la preparazione di questo dolce.
Da ciò si deduce che i Romani abbiano gustato questo dolce già dal secondo secolo della nostra era.
I ricercatori ipotizzano che lo stampo abbia preso questa forma in onore del sole rotante.
Analogamente al dolce Ebreo kugel, la parola “gugelhupf” deriva dal termine tedesco “Kugel”, che significa palla o globo, ma qualcuno sostiene sia connesso alla sua particolare forma, e tale origine va ricercata in un copricapo contadino che avvolgeva a mo’ di turbante la testa, ma anche quella conica del cappuccio dei frati (nel secolo scorso, in alcune regioni un simile copricapo veniva ancora chiamato Gugel).
Secondo altri il nome si può collegare alla parola Kogel, che designa la forma rotondeggiante di alcune cime alpine.
Inoltre, la tradizione voleva che si inserisse all’interno del kugelhupf una monetina che avrebbe portato fortuna a chi l’avesse ritrovata nella sua fetta.
In Francia si racconta che sia stato inventato dei Magi d’Oriente, per omaggiare un pasticciere per averli ospitati, e quindi la forma richiamerebbe quella dei loro copricapi, ma anche la famosa Maria Antonietta, contribui’ a renderlo popolare alla sua corte.
re magi

Ed i conti tornano, il dolce in questione ricorderebbe il famoso baba’ del Leszczinski che nel suo esilio francese, cercò di rendere meno asciutto appunto un Gugelhupf, bagnandolo con del rum

Un tipo comune di Gugelhupf consiste in un soffice impasto lievitato che contiene uvetta, mandorle e brandy di ciliegia Kirschwasser; alcune varianti contengono frutta candita e noci.
Viene cotto in una speciale pentola circolare, che all’inizio veniva fabbricata con ceramica smaltata. Adesso utilizzata per cucinare le torte Bundt. In genere lo si mangia a colazione o durante la pausa caffè.

Fu scelto come dolce che rappresentasse l’Austria al Café Europe, iniziativa della presidenza austriaca dell’Unione Europea per il giorno europeo 2006.

Ingredienti
- gr 180 burro
- gr 150 zucchero
- gr 250 di farina
- 4 uova
- 1 buccia di limone grattugiata, non trattato
- una bustina di vanillina
- gr 50 uvetta sultanina
- gr 50 mandorle pelate
- 1 bustina di lievito
- bicchierino di rum
- un po di latte

Esecuzione
:
Montate il burro in una ciotola ed aggiungetevi lo zucchero, il limone grattugiato, i tuorli, l’uvetta tenuta a macerare nel rum e le mandorle e la bustina di vanillina, sbattete gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo e cremoso.
Montate a neve le chiare d’uovo, setacciate ed unitevi la farina e la bustina di lievito e mescolate il tutto delicatamente, se l’impasto dovesse risultare troppo duro, aggiungete un po di latte
Riempite uno stampo che avrete precedentemente imburrato ed infarinato e, cuocete in forno a temperatura media.
Prima di servire il kugelhumpf potete cospargerlo di zucchero a velo.

Ricetta del Kugelhupf con il lievito di birra

Ingredienti:
- gr 500 farina,
- gr 40 lievito di Birra,
- 12 cl Latte,
- gr 180 burro,
- gr 120 zucchero,
- 1/2 cucchiaino sale,
- 1 grattatina noce moscata,
- 1 la scorza grattugiata di un limone ,
- 2 tuorli d’uovo,
- 3 uova intere,
- gr 100 uvetta Sultanina,
- 2 cl rum,
- burro per ungere lo stampo
- pangrattato per lo stampo
- 16 mandorle pelate,
- zucchero a velo per decorare
Gugelhupf1

Esecuzione:
Passate al setaccio la farina in una terrina, disponendola a fontana, formate un incavo ed al centro e mettetevi il lievito di birra sbriciolato.
Fatelo sciogliere col latte tiepido, mescolatevi un po’ di farina e fate lievitare il composto ottenuto per un quarto d’ora.
Trascorso il tempo indicato impastate il panetto lievitato col resto della farina e il burro lavorato a spuma insieme alle uova e agli aromi.
Lasciate lievitare la pasta per 20-25 minuti, dopodichè incorporatevi l’uvetta, tenuta a bagno nel rum e strizzata.
Fate lievitare nuovamente la pasta, poi trasferitela in uno stampo per gugelhupf di 22 cm di diametro, imburrato e cosparso con pangrattato, sul fondo del quale avrete posto le mandorle.
Lasciate lievitare il dolce fino a quando avrà raddoppiato il suo volume, quindi passatelo nel forno già caldo (200 gradi) per 45 minuti.
Durante questo tempo controllate il dolce e, se la superficie si scurisse troppo velocemente, copritela con un foglio di carta pergamena ripiegato più volte. Al termine lasciate raffreddare il Gugelhupf, quindi sformatelo su un piatto di portata e cospargetelo con lo zucchero a velo.

Ultimi interventi

Vedi tutti