Questo sito contribuisce alla audience di

"Frittelle di salvia" 20 minuti

Bastano dodici foglie di salvia, un uovo, gr. 100 di farina, un bicchiere d’acqua, sale e olio , per ottenere delle gustose frittelle di salvia. Piatto supeconomico e veloce da preparare. Le foglie[...]


Bastano dodici foglie di salvia, un uovo, gr. 100 di farina, un bicchiere d’acqua, sale e olio , per ottenere delle gustose frittelle di salvia. Piatto supeconomico e veloce da preparare.

Le foglie di salvia vanno lavate ed asciugate per bene. Poi è necessario preparare la pastella. La piu’ semplice è quella indicata dal grande maestro Pellegrino Artusi. Con un tuorlo di uovo, 100 gr. di farina, 1 bicchiere abbondante di acqua fredda (dal frigo è meglio) ed un pizzico di sale. Per dire la verità il maestro indica anche un cucchiano d’olio e un cucchiaio di acquavite. Ma noi siamo per la semplicità.
Mettiamo il tuorlo in un contenitore ed aggiungiamo la farina. Utilizziamo una frusta per preparare la pastella. Via via integriamo con l’acqua e il resto della farina, fino ad ottenere una pastella cremosa. Un pizzico di sale e siamo pronti per friggere. Sarebbe ideale lasciar riposare la pastella, ma se abbiamo fretta non indugiamo. Quando l’olio è caldo - arachidi va bene - con un cucchiao peschiamo la singola foglia di salvia immersa nella pastella e la mettiamo nell’olio di frittura. Pochi istanti la giriamo ed il gioco è fatto.

In un piatto con della carta assorbente adagiamo le frittelle pronte per essere mangiate calde. Saliamo leggermente. Se per caso in frigo avete mezza cipolla potete tagliare a fette sottili, impastellare e friggere. Ottenete così una variante alla vostra frittura.

Ultimi interventi

Vedi tutti