Questo sito contribuisce alla audience di

Le (tante) difficoltà dell'arabo: 4) i dialetti

Eccoci al punto dolente. I dialetti arabi, un vero strazio per l'arabista.

Eh si amici carissimi, per l’arabista le difficoltà dell’arabo sono tutte affrontabili, purchè sia serio e motivato. Gli verrà voglia di smettere 360 giorni all’anno, e negli altri 5 si chiederà “chi me l’ha fatto fare” ma in realtà l’arabo gli piace e riuscirà a conseguire un livello (quasi) buono per cui sarà pronto per affrontare il viaggio nel mondo arabo.

E lì… aaaarghhh!!! Nonostante si sforzi di parlare, riuscirà a capire ben poco, anzi quasi nulla di quanto gli verrà detto. Perchè la lingua araba letteraria studiata nelle università NON E’ USATA dagli arabi nel quotidiano. Poichè essi parlano quotidianamente il dialetto della loro zona che differisce enormemente dalla lingua letteraria.

Qualche esempio? “Guarda!” è unzhur, ma nessun arabo dice così. Vi diranno shuf! Boss! ma mai unzhur. “come stai?” è kaifa haluka? Ma, a parte la versione ridotta kif halak vi diranno robe come shnuahwelek, shlonak eccetera. Ed è solo l’inizio dell’incubo…

Presto li appronfondiremo i dialetti!