Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

« precedenti 10 | prossimi 10 »
  • Dumbland di David Lynch (2005)

    Dumbland è un esperimento genuinamente onnicomprensivo. Un’antologia lynchiana redatta rapidamente su un fazzolettino di carta mentre si parla al telefono, rigorosamente poggiato vicino a una[...]

  • The short films of David Lynch

    In giro per il mondo (compresa la Triennale di Milano) sono state allestite delle salette cinematogafiche in perfetto “stile Eraserhead” per la proiezione degli short films - brevi,[...]

  • Rabbits di David Lynch (2002)

    Gli otto cortometraggi di Rabbits, progetto metacinematografico di David Lynch (troviamo brani della “sit-com degli oscuri coniglietti” anche in INLAND EMPIRE) arricchiscono e mettono maggiormente in[...]

  • Eraserhead di David Lynch (1977)

    Eraserhead. La mente che cancella, primo lungometraggio del maestro David Lynch contiene già, neanche tanto in potenza, tutti gli stilemi e le prerogative della sua visione cinematografica sorprendendo[...]

  • INLAND EMPIRE di David Lynch (2006)

    Il cinema di Lynch è un labirinto. Un dedalo alla Escher, irto d’ostacoli e di repentine deviazioni. Un buio palpitante, uterino, lo avvolge. E’ facile perdersi in esso. Si entra nelle tenebre e non[...]

  • Fuoco cammina con me di David Lynch (1992)

    Fuoco cammina con me è un oggetto cinematografico caotico che tende alla perfezione. Molti dettagli paratestuali risultano dissonanti: l’uscita del film dopo un anno e più dalla fine della serie[...]

  • Strade Perdute di David Lynch (1997)

    Un legame che potremmo quasi definire gemellare lega Strade perdute (Lost highway) a Mulholland Dr., pellicole del maestro David Lynch che coniugano in maniera differente il tema del doppleganger[...]

  • Una storia vera di David Lynch (1999)

    Il valore del lungometraggio Una storia vera (in inglese The Straight Story che possiamo tradurre come “una storia vera” o come “la storia di Straight”, in riferimento al[...]

  • Dune di David Lynch (1984)

    Laddove anche Alejandro Jodorwsky aveva naufragato è riuscito invece il giovane David Lynch, che scelto dal produttore Dino De Laurentis e avvalendosi di un lungo periodo preparatorio per costumi,[...]

  • Velluto Blu di David Lynch (1986)

    Cos’è in fondo il velluto se non un continuo celarsi e disvelarsi di porzioni di tessuto a seconda della luce che lo colpisce? Questa la riflessione principale che potrebbe balenarvi non prima che[...]