Questo sito contribuisce alla audience di

X Factor 3: la terza puntata

Eccola alfine, la ruggente, rutilante, pailliettata puntata sugli anni Ottanta. Uno si aspettà che sò, di godersi un pò di divertimento deliziosamente kitsch (e c’è stato: grazie Luca Tommasini)[...]

Claudia Mori serata anni Ottanta

Eccola alfine, la ruggente, rutilante, pailliettata puntata sugli anni Ottanta. Uno si aspettà che sò, di godersi un pò di divertimento deliziosamente kitsch (e c’è stato: grazie Luca Tommasini) e non un’altra delle crisi di mezza età dei giudici.

Questa volta è toccato a Claudia Mori che dopo essere passata da Medea sull’orlo di una crisi di nervi a Grimilde denoartri, a Ursula punk ha sbottato, minacciando di andarsene (e per qualche minuto l’ha fatto) perché han messo a confronto una sua foto degli anni Ottanta e una della scorsa settimana in cui non appare esattamente come la pin-up di settembre nel paginone centrale di Playboy. La sentite arrivare vero? Eccola, eccola che arriva…si! La filippica sulla televisione becera, falsa e opportunista, del “ma come si fa a fare la TV di qualità quando si scende a giochetti così bassi da reality”, “sono veramente mortificata della rappresentazione che si fa delle donne” (signora Mori prima di bruciare il reggiseno sul palco di X Factor le consigliamo la visione di due interessanti documentari in merito: Il corpo delle donne e Videocracy di Erik Gandini in questi giorni al cinema).

A parte che l’evidente intento era quello di “ridereci su”, anche Morgan si è visto sbattere sullo schermo in costumino di lycra al fianco del prode Andy, Mara al fianco di una raggiante Raffaella Carrà e Luca Tommasini vestito da ghostbuster gay. Dico io, c’era da prendersela? Evidentemente no e noi tutti a casa abbiamo fatto la ola quando Mara le ha risposto per le rime in questo modo: “A me che mi frega? Iero ero brutta prima e brutta adesso: non ho il problema che hai tu.” (frase diventata già cult nel web).

Toooornando ai cantanti (ma insomma posso iniziare a parlare delle esibizioni dopo mezza pagina? Bah…), ad eccezione di Damiano che ha maciullato Bandiera bianca di Battiato si sono comportati tutti molto bene. Personalmente ho amato l’esibizione di Marco con Notorious dei Duran Duran:

Rivalutati (grazie anche a una felice messa in scena) i Luana Biz con Club Tropicana degli Wham, freschi, rispettosi e divertenti:

Ma la vera sorpresa sono state le Yavanna che da fatine dei boschi e delle favole si sono trasformate in batton..ehm in tre live action di Gem e le Hologram con grande guadio da parte di pubblico e giudici:

Infine Morgan, si proprio il giudice più glamour della trasmissione, si è tolto uno sfizio durante l’esibizione di Chiara impersonando nientemeno che Freddy Mercury nel video di I want to break free. Ancora una volta Castoldi scende in campo per sostenere uno dei suoi (come fece l’anno passato con Noemi), col rischio però di sovrastare letteralmente l’esibizione della concorrente:

Sul finale escono (giustamente) gli A&K contro Francesca, nessuno ne sentirà la mancanza. Entra Mario “l’emo sospirone” di Morgan (e quando mai).

Esibizione “valeriana prima di andare a letto”: Silver.

ARCHIVIO:

QUI la cronaca della prima puntata.

QUI la cronaca della seconda puntata.

Le categorie della guida