Lilli Carati Gallery

Eroina triste, icona di carne, catalizzatrice di fantasie e parafulmine moralistico. Tutto questo e molto di più è stata Lilli Carati durante la sua lunga e tortuosa carriera nel mondo del cinema. Come[...]

immagine dell'icona cinematografica Lilli Carati
Eroina triste, icona di carne, catalizzatrice di fantasie e parafulmine moralistico. Tutto questo e molto di più è stata Lilli Carati durante la sua lunga e tortuosa carriera nel mondo del cinema.

Come altre pin-up del cinema italiano Lilli Carati è stata riscoperta negli ultimi anni - grazie anche alla retrospettiva Storia Segreta del Cinema Italiano - Italian Kings of the B’s e al programma Stracult in onda su RAIDUE - Lilli Carati (al secolo Ileana Caravati) iniziò la sua carriera come indossatrice, diventando Miss Eleganza durante Miss Italia (1974) e arrivando in seguito al cinema per attraversare trasversalmente i generi: comico, poliziottesco e ovviamente exploitation. Percorso simile a quello di altre colleghe e icone assolute come Edwige Fenech e Laura Antonelli.

La sua interpretazione “cult” per eccellenza è quella di Avere vent’anni di Fernando Di Leo al fianco di un’altra naiade del cinema italiano, Gloria Guida. Il film è un vero e proprio manifesto generazionale ed è ancora apprezzatissimo dalle nuove generazioni (lo si trova spesso in programmazione su FX, rigorosamente in seconda serata).

La parabola discendente di Lilli Carati parte dalla splendida interpretazione nel film Il corpo della ragassa (1979) per arrivare agli anni Ottanta con i film soft-core diretti da Joe D’Amato (e alle molte copertine che la manterranno alla ribalta anche se lontana dalla televisione e dal cinema istituzionale) e poi all’hard e alla droga che ne hanno provocato un precoce decadimento fisico e personale (Lilli tenterà il suicidio due volte salvandosi solo grazie all’intervento dei genitori).

Oggi Lilli Carati partecipa con entusiasmo a retrospettive ed eventi riguardanti il cinema di cui è stata testimone e si prepara a tornare in TV (come Gloria Guida) in un film per la televisione.

Lilli Carati in e Ilona Stanler - In “difesa del nudo” dal film Senza buccia (1979):

immagine dell'icona cinematografica Lilli Caratiimmagine dell'icona cinematografica Lilli Caratiimmagine dell'icona cinematografica Lilli Caratiimmagine dell'icona cinematografica Lilli Caratiimmagine dell'icona cinematografica Lilli Caratiimmagine dell'icona cinematografica Lilli Caratiimmagine dell'icona cinematografica Lilli Caratiimmagine dell'icona cinematografica Lilli Caratiimmagine dell'icona cinematografica Lilli Caratiimmagine dell'icona cinematografica Lilli Caratiimmagine dell'icona cinematografica Lilli Caratiimmagine dell'icona cinematografica Lilli Caratiimmagine dell'icona cinematografica Lilli Caratiimmagine dell'icona cinematografica Lilli Carati

Save n'Keep

Bookmark condivisi e privati.

Con Save n' Keep ora è possibile!

Le categorie della guida