Questo sito contribuisce alla audience di

Damages: la seconda stagione

Non mi stancherò mai di dirlo, Damages è in assoluta la migliore serie tv degli ultimi dieci anni. Certo non ha cambiato il modo di fare serialità come LOST, non ha dato origine a un fandom planetario[...]

Damages 2

Non mi stancherò mai di dirlo, Damages è in assoluta la migliore serie tv degli ultimi dieci anni. Certo non ha cambiato il modo di fare serialità come LOST, non ha dato origine a un fandom planetario come 24 ma dal punto di vista genuinamente narrativo è la prova migliore che sia stata prodotta negli Stati Uniti.

Se la prima stagione - raffinato intreccio tra legal thriller e psicodramma - ci ha raccontato la genesi del rapporto Patty Hewes/Ellen Parsons questa nuova stagione parte dall’elaborazione del lutto di Ellen e del suo orribile segreto intimamente intrecciato al nuovo caso intrapreso dallo studio “Hewes e associati”: la UNR, azienda di forniture energetiche presieduta da Walter Kendrick inquina il paese con l’aracite, un composto tossico che inquina le acque causando morte e malattia e Patty spinta dall’ex compagno Daniel Purcell (un magnifico William Hurt) intraprende un’azione legale per mettere in ginocchio il gigante energetico.

Lo stile di Damages è inconfondibile, la trama è ordita con sapienza e l’intreccio è di una tale eleganza e intelligenza da lasciare stupefatto e affascinato qualunque spettatore. Critica e pubblico hanno più volte premiato la serie, tra le onorificenze ricordiamo ben 4 Emmy Awards (su 14 nomination tra il 2008 e il 2009) e il Golden Globe come Migliore Attrice in una Serie Drammatica a Glenn Close per il ruolo di Patty Hewes.

Le categorie della guida