Questo sito contribuisce alla audience di

Dexter: la quarta stagione

La quarta stagione di Dexter: vita suburbana, sangue e un nuovo serial killer pronto a insaguinare Miami.

Dexter: la quarta stagione
Dexter si riconferma - qualora ce ne fosse ancora bisogno - una delle produzioni seriali più interessanti, avvincenti e meglio realizzate dell’ultimo decennio. Mentre Aldo Grasso denuncia il declino della Golden Age della serialità televisiva in Italia (ma ha idea di quanto essa si sia spostata sul web? Persino i personaggi di Gossip girl dichiarano in una puntata che nessuno guarda più le serie tv… in tv!) il pubblico italiano di affezionati al serial killer cresce in maniera esponenziale venendo ampiamente gratificato in questa quarta stagione da una solida sceneggiatura e dall’arrivo dell’antagonista di quest’anno: Arthur Mitchell ribattezzato Trinity Killer. Pregno di valori neocon (cattolico citazionista, tutto volontariato e violenza domestica) il nostro è uno specchio in cui Dexter sente il bisogno di scrutare attirato ancora una volta dalla similarità (fu così anche col fratello Brian Moser e con l’amico Miguel Prado) dal bisogno di confrontarsi con un modello gestionale e organizzativo da ricalcare.

Lo stesso Trinity è un personaggio assai interessante (interpretato egregiamente da John Lithgow che per questo ruolo ha vinto un Golden Globe, così per dire), il nostro traumatizzato dal sogno suburbano si nutre di immagini infantili e pop à la Philip Ridley (ascolta classici 50s e starebbe ore a fissare i trenini elettrici in movimento) ed esorcizza con ciclicità regolare i fantasmi del passato dissanguando una giovane donna nella vasca da bagno, costringendo una madre a defenestrarsi e prendendo a martellate un padre lavoratore… non prima di aver rapito un bambino decenne costringendolo a indossare il pigiama prima immergerlo nel cemento fresco…

Questa è anche la stagione di Debra (la nostra amata Jennifer Carpenter) che dovrà confrontarsi ancora una volta con una dolorosissima perdità (dopo quella del padre) per arrivare alla genesi (parziale) della sua famiglia. Già la famiglia, sarà questa a strappare Dexter dall’oscuro passeggero che lo vuole tutto per sé o le colpe ataviche ricadranno sul suo primogenito macchiandone di rosso le morbide gote da neonato?

Di seguito il promo originale della quarta stagione di Dexter:

Le categorie della guida