Questo sito contribuisce alla audience di

Fetish e Feticismo

Si può cadere nell'errore di tradurre Fetish con Feticismo ma i due termini non sono assolutamente dei sinonimi

Chiariamo subito una cosa molto importante: il fetish non è il feticismo!
Il Feticismo è una parola di uso medico che sta ad indicare una vera a propria patologia che ha tre differenti stadi. Il fetish è una cultura, un arte, un modo di vivere la propria sessualità.
La patologia del primo stadio di feticismo in effetti è stata ripresa in parte dalla moda fetish in questo periodo ma l’attrazione e l’interesse che si può avere in una cultura del genere ha radici molto differenti: analizziamole.
Feticismo:
Il feticismo si basa sul collezionismo ossessivo di oggetti: il feticcio (l’oggetto in questione) è considerato come un essere vivente. Soltanto la sua collezione può dare sicurezza.
Praticamente ogni caratteristica fisica può essere un feticcio: qualsiasi parte del corpo, indumenti, oggetti… possono essere infatti collezionati.
Spesso vedere, sentire, annusare e palpare è importante almeno quanto il coito. Tra i cinque sensi l’olfatto è certamente quello più determinante.
Spesso è proprio per il loro odore che certe parti del corpo o numerosi oggetti vengono feticizzati: biancheria intima, scarpe, guanti….
La forma di feticismo più nota riguarda gli indumenti e spesso anche le “uniformi” legate a determinate professioni (uniforme da infermiere, tonaca della monaca, uniforme da cheer leader…) e alcuni colori in particolare (il nero, il rosso, il viola ed il giallo).
Si prestano a feticci anche determinate stoffe o materiali, (seta, velluto, cuoio, lattex ) poiché comprimono e legano il corpo in una componente spesso esibizionistica.
Fetish:
Sebbene prenda alcuni spunti dal feticismo le sue basi e il suo scopo è diametralmente opposto. Il feticismo pone dei limiti e delle regole molto chiare su cosa si deve fare limitando la libertà di chi lo pratica. Il Fetish in realtà è l’opposto: cioè da la possibilità di ampliare la propria sessualità liberandosi da vecchi tabù e stereotipi sessuali (come per esempio la passività femminile).
L’utilizzo di materiali specifici (come il lattex e il cuoio) da dei nuovi input alla fantasia sessuale per cui vale il vecchio gioco del vedo/non vedo: tipico dell’erotismo tradizionale.
Il fetish è anche un piacere psicologico legato alla liberazione delle proprie fantasie sessuali sopite come l’esibizionismo.