Questo sito contribuisce alla audience di

I tacchi a spillo fanno bene all'eros

Camminare sui «trampoli» rafforza i muscoli pelvici coinvolti nell'orgasmo

Le amanti dei tacchi a spillo possono continuare a camminare felici e contente sui loro trampoli. Stando, infatti, al Sunday Times, lo stiletto non solo ci regala un’andatura da urlo, ma avrebbe anche benefici effetti sulla nostra vita sessuale, andando a influire sui muscoli pelvici, altrimenti noti come «muscoli del piacere» e direttamente coinvolti nell’orgasmo. Il merito della scoperta è tutto italiano: stufa di tutte le bizzarre e assai poco scientifiche teorie degli ultimi tempi, che sembravano legare il tacco a spillo a ogni possibile patologia, ivi compresa la schizofrenia, Maria Cerruto, urologa all’Università di Verona, ha deciso di studiare a fondo la materia, per dimostrare che lo stiletto non è poi così male. «Adorando le scarpe con il tacco – ha raccontato la dottoressa al giornale londinese – ho voluto cercare qualcosa di positivo in loro e alla fine ho raggiunto il mio obiettivo, scoprendo che i tacchi influiscono sull’attività della zona pelvica, riducendo il fastidio. Ora speriamo di riuscire a provare che indossando questo tipo di scarpe durante le normali attività giornaliere, si riduce anche la necessità di dover ricorrere agli esercizi pelvici per tenere elastica e tonica quella specifica parte del corpo femminile».

Per la sua ricerca, pubblicata sulla rivista European Urology, la Cerruto ha analizzato 66 volontarie al di sotto dei 50 anni, misurando l’attività elettrica prodotta dai muscoli pelvici a seconda della posizione assunta dai piedi e scoprendo che le donne che tenevano i piedi con un angolatura di 15 gradi dal pavimento, corrispondente a un tacco di 7 centimetri, mostravano una riduzione di oltre il 15% dell’attività pelvica.

In altre parole, lo stiletto avrebbe la capacità di rilassare i muscoli, aumentando al tempo stesso la loro forza e la loro capacità di contrazione. E muscoli pelvici ben allenati significano una maggiore eccitazione sessuale e, di conseguenza, un piacere più intenso. «Le donne sono spesso in difficoltà nell’eseguire gli esercizi specifici per la zona pelvica – ha spiegato l’urologa – e ciò potrebbe rappresentare una soluzione. Come molte donne, anche io amo i tacchi alti e sebbene siano spesso scomodi, continuo ad indossarli per apparire più magra e più alta. Ecco perchè è un bene sapere che adesso hanno anche dei possibili effetti positivi per la nostra salute».

Lo studio italiano è stato accolto con favore dal mago per eccellenza dello stiletto, Manolo Blahnik: «E’ una splendida notizia, dopo anni di teorie contraddittorie. Per le donne, i tacchi sono un modo per attirare gli uomini. Certo, ci vuole misura, perché un tacco superiore agli 11,5 centimetri non solo non fa camminare bene, ma non è nemmeno elegante». Diversa, invece, la reazione degli esperti di fitness: per Zoe McNulty, che insegna “Sweat and Stilettos” (ovvero, sudore e tacchi a spillo) in una palestra londinese, la ricerca veronese è la conferma della bontà del suo corso, dove spiega alle donne come migliorare il tono muscolare della parte bassa del corpo dall’alto di un tacco a spillo.

Bhè cosa asepttate? Io i tacchi alti li metto dai primi anni 90…. Ho detto tutto :-P