Questo sito contribuisce alla audience di

Sesso, i napoletani dicono: fetish

Dopo Milano e Roma il capoluogo campano è molto attivo dal punto di vista del sesso estremo: bondage, sadomaso, giochi di ruolo...

Un nuovo capolsado fetish anche a sud! :-P

Sesso estremo: Napoli, dopo Milano e Roma, è la terza città d’Italia per numero di praticanti. In Italia una coppia su dieci vive le proprie fantasie sessuali. Lo fanno da soli o in gruppo con fruste, giochi di ruolo, corde e travestimenti. Certo, a Sud di Roma il numero di adepti si fa più esiguo — il rapporto è di uno a 30 — e le resistenze culturali aumentano a dismisura. I numeri del fenomeno sono emersi nel corso del congresso della Federazione europea di «Sessuologia, in svolgimento a Roma al Cavalieri Hilton. Alberto Caputo, psichiatra e psicoterapeuta che ha coordinato il workshop dedicato al Bdsm — ovvero il bondage, il legarsi in un gioco di disciplina, dominazione, sottomissione, sadismo e masochismo — non ha alcun dubbio: «Le resistenze nel Mezzogiorno», dice, «sono ancora forti, ma la voglia di trasgressione cresce poiché i modelli di riferimento sono sempre più estremi e se non si riesce a raggiungerli c’è chi preferisce rinunciare del tutto. Nel mio studio di Milano arrivano tanti campani che non farebbero mai un consulto sotto casa: sono praticanti di sesso estremo, scambisti, e spesso lo fanno all’insaputa del coniuge. Napoli, al Sud, è la sola città dove il genere si pratica regolarmente ».

Link correlati