Questo sito contribuisce alla audience di

La danza indiana nel Natya Shastra

I Veda sono quattro e si dice che Brahma, il Creatore, creò il Natya Shastra prendendo la letteratura dal RgVeda, il canto dal SamaVeda, l’abhinaya (espressività o mimica) dallo YajurVeda e rasa (stati d’animo o esperienza estetica) dall’AtharvaVeda.

Ogni danza usa il corpo come mezzo di comunicazione, l’espressione della danza è forse la più intricata e sviluppata, ma anche facilmente comprensibile, forma d’arte. In India è filtrata attraverso la poesia, la scultura, l’architettura, letteratura, musica e teatro. 

La danza indiana nasce oltre 8000 anni fa. Infatti, tra i primi reperti archeologici c’è una bella statuetta di ragazza danzante, datata intorno al 6000 a.C.

Gli scritti riguardanti la danza invece sono più recenti. Il Natya Shastra di Bharata, (le sacre scritture indiane che trattano l’arte della danza) si pensa sia stato scritto tra il secondo secolo a.C. e il secondo d.C. ed è il più antico valido trattato di drammaturgia. Tutte le forme della classica indiana prendono spunto dal Natya Shastra considerato il Quinto Veda.

I Veda sono quattro e si dice che Brahma, il Creatore, creò Natya prendendo la letteratura dal RgVeda, il canto dal SamaVeda, l’abhinaya (espressività o mimica) dallo YajurVeda e rasa (stati d’animo o esperienza estetica) dall’AtharvaVeda.

Tutti i tipi di danza sono in ogni caso strutturati attorno ai nove rasa o emozioni: hasya (la felicità), krodha (la rabbia), bhibasta (il disgusto), bhaya (la paura), shoka (il dispiacere), viram (il coraggio), karuna (la compassione), adbhuta (la meraviglia) e shanta il più antico e valido trattato di drammaturgia.(la serenità).

Le danze differiscono a causa delle varie contaminazioni etniche ma i gesti delle mani o hasta mudra sono pressoché uguali per tutti questi rasa.

Le tematiche prendono spunto dalla ricca mitologia e leggende popolari. È il trait-d’union tra la scienza, i concetti elevati dello yoga e la mente semplice popolare.

L’origine degli stili contemporanei della danza classica indiana possono essere tracciati tra il 1300-1400 a.C.

L’India offre un buon numero di danze classiche e popolari, ognuna proveniente da differenti regioni o gruppi etnici.