Questo sito contribuisce alla audience di

Rama Navami (giorno della nascita di Rama)

Il Ramanavami celebra la nascita di Rama il settimo Avatara, incarnazione di Vishnu, nel nono giorno della prima quindicina del mese di Chaitra. La storia di Rama è stata scritta da Vaalmiki nel quarto secolo a. C. Si suppone che Rama visse tra l'ottavo e il settimo secolo a.C. Il poema epico è conosciuto come The Ramayana. In qualche parte dell'India, è il nono giorno di un festival che coincide con il Vasanta Navaratri (conosciuto anche solo con il nome di Navaratri).

Il Ramanavami celebra la nascita del dio Rama o altrimenti detto Ramachandra. Nel nono giorno delal prima quindicina del mese di Chaitra.  La storia di Rama è stata scritta da Vaalmiki nel quarto secolo a. C. Si suppone che Rama visse tra l’ottavo e il settimo secolo a.C. Il poema epico è conosciuto come The Ramayana. In inqualche parte dell’India, è il novo giorno di un festival che coincide con il Vasanta Navaratri (conosciuto anche solo con il nome di Navaratri).

Si racconta che…..

 

Il paese di Kosal era situato sulle rive del fiume Sharayu. Ayodhya ne era la capitale, fondata dal re e rishi Manu. Durante il regno del re Dasaratha, Ayodhya acquistò un periodo di grande prosperità.

In quel tempo, Ravana, re di Lanka, demone dalle dieci teste, terrorizzava il popolo con la sua potenza poiché aveva ottenuto da Brahma il potere di non morire per mano di Dei o Gandharva, o Yaksha (semidei) o demoni. La sua tracotanza e mancanza di paura soggiogava il popolo come schiavi. Allora il dio Brahma pensò che Ravana doveva essere ucciso per mano di un uomo. E fece in modo che nascesse  Rama, il giusto uomo perfetto.

Dasaratha, il re di Ayodya, non aveva figli e gli dei, ritenendolo un grande re, vollero che l’uomo prescelto per uccidere Ravana dovesse nascere da lui.

Dasaratha, desideroso di avere figli, aveva dato ordine di allestire un grande sacrificio, noto come “ashvamedha”, il sacrificio del cavallo. Elaborati e difficili rituali furono osservati. Un grande sant’uomo, il rishi Rishyashring, stava per condurre l’importante rito e le tre regine, spose del grande re, assistevano.





 

Durante il sacrificio apparve una figura splendente che diede al re una divina bevanda chiamata “payasam” suggerendogli di farla assumere alle sue regine Kausalya, Kaikayi e Sumitra.

Kausalya ne ebbe due parti e diede alla luce Rama, il rimanente venne diviso fra le altre spose Kaikayi che diede alla luce Bharata e Sumitra da cui nacque Lakshmana e Shatrugna.

Per saperne di più cliccare sui link…