Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • Diario dall'India di Marcella Boccia

    “Ma in India può accadere anche che i bambini, per strada, ti salutino, correndo verso di te ed urlandoti ‘Halloooo, Mem!’. E che non ti chiedano l’elemosina... Perché chi crede che l’India sia ‘solo povera’ si sbaglia di grosso: io non ho mai visto tanta ricchezza d’animo, di spirito... Un cuore grande quanto quella straordinaria terra, bagnata dai monsoni, immersa nel fango e negli escrementi delle mucche sacre, che odora di cacca e disinfettante, ma anche di chapati e mango, tanto mango... L’ananas, poi...”