Questo sito contribuisce alla audience di

La danse di Matisse

L'idea che attraversa il dipinto La danza di Matisse risale al dipinto La gioia di vivere del 1905, Barnes Foundation,Merion

La danse, dipinto di Henri Matisse del 1910.

L’idea che attraversa il dipinto La danza di Matisse risale al dipinto La gioia di vivere del 1905; Barnes Foundation,Merion con il girotondo di corpi che si vede sullo sfondo. Nel 1906 appare il rilievo in legno La Danza (Muséé Matisse, Nizza) con la rappresentazione di corpi estatici delle ninfe che danzano.

Lo stesso motivo si trova anche nella decorazione dei vasi dell’artista.
Nel 1909 Matisse lavora alla prima versione della Danza e il collezionista russo S. I. Sukin commissiona per la sua villa di Mosca un altro pannello con le stesse misure, ma con delle caratteristiche stilistiche più dinamiche dei corpi danzanti.

Terminato il pannello per Sukin, Matisse abbandona per molto tempo il tema della danza.
La danza nella visione di Matisse porta con sè il significato di azione incarnato dal corpo delle sei danzatrici che si vedono sul fondo della Joie de Vivre.

Il pittore elimina una figura dal gruppo e realizza una composizione regolare del dipinto La danse, e sceglie di conferire una dimensione piatta al dipinto stesso.
L’innovazione sta nei colori molto accesi di rosso, verde e blu tipicamente caratteristiche dei colori fauve.

Il colore è dato a grandi stesure delimitate da linee sinuose e arabescate dei corpi.

Di Elettra Cecilia

Ultimi interventi

Vedi tutti