Questo sito contribuisce alla audience di

Incursioni di arte urbana

FESTIVAL INTERFERENZE 2009 25 settembre 2009 Teramo – 26 settembre 2009L’Aquila

ilaria sacchetta

Si è svolta ieri mattina nella sala convegni del Palazzo Vescovile di Teramo la conferenza stampa di presentazione della 4ª edizione del Festival Interferenze, incursioni di arte urbana, prodotto da AIDA e organizzato da Electa creative arts di Teramo in collaborazione con l’Associazione culturale Gruppo E-motion de L’Aquila. L’evento prevede due giornate di esibizioni, la prima venerdì 25 a Teramo, la seconda sabato 26 a L’Aquila, con oltre 100 tra performance e incursioni di artisti provenienti da tutta l’Italia e dall’estero.
La novità di quest’anno è la scelta di rendere omaggio alla città de L’Aquila, ferita dal sisma del 6 aprile, con una giornata di performance artistiche nel capoluogo abruzzese, che segna il concreto inizio della sua rinascita culturale e sociale.

L’arte nutrirà di una nuova linfa rigeneratrice e terapeutica sia la città e i suoi abitanti, fruitori delle performance, sia gli artisti aquilani, autori delle esibizioni.

Eleonora Coccagna, direttrice artistica del festival ha ricordato com’è partita quest’avventura che, hanno dopo anno ha conquistato il cuore dei teramani, l’interesse degli enti e la stima degli addetti ai lavori: “Interferenze è nato nel 2006, dall’esigenza di portare l’arte contemporanea tra la gente, nelle piazze, nelle strade, in contesti urbani che certamente prima non erano abituati ad un simile «sconvolgimento sensoriale». E’ stata una scelta coraggiosa che ha premiato e ha accolto in tre edizioni ben 51 realtà artistiche, tra solisti, giovani gruppi e compagnie di fama internazionale come: Paola Bianchi, Simona Bertozzi, Kataklisma teatro, Gruppo Legami, Kinkaleri, Gruppo Nanou, Barbara Zanoni, Rootlessrootdance Company e tanti altri. Sono tutte realtà inserite nei circuiti internazionali che segnano la nuova scena contemporanea europea.

La direttrice ha anche continuato ricordando che Interferenze è entrato nel luglio del 2008 nel circuito mondiale di festival di danza urbana Ciutades Que Danzan, e che quindi è inserito all’interno di tutto il materiale informativo distribuito durante la programmazione dei 50 festival CQD in tutto il mondo.
Un sostegno indispensabile è giunto anche dagli enti che hanno da sempre appoggiato ed apprezzato il festival. Mauro Di Dalmazio, assessore alla cultura della Regione Abruzzo ha ricordato di aver visto nascere Interferenze, e di averlo fortemente appoggiato sin dal suo esordio nel 2006, quando era assessore alla cultura per la città di Teramo: “L’entusiasmo e la passione animano questi artisti e gli operatori culturali che devono vedere ricambiate le loro fatiche con un’attenzione politica indispensabile. Interferenze con le sue caratteristiche di originalità e qualità, lo stretto contatto con il contesto urbano, rappresenta il giusto modo di guardare alla ricostruzione, considerando necessariamente il contesto socio culturale e non solo la mera riedificazione materiale della città.
Dopo una prima parte istituzionale, la conferenza stampa si è aperta alle performance di alcuni artisti che saranno presenti ad Interferenze: Mauro Baiocco e Marco Di Natale, Gruppo E-Motion, Anouscka Brodacz e Ilaria Sacchetta, Mara Di Giammatteo.

Nel cortile del palazzo vescovile si sono incrociati abili musicisti, ballerine vestite da tecnici ANAS, una figura onirica di donna-guerriero imprigionata dalla sua gonna nera, una donna, sui generis, impegnata a farsi bella per il suo matrimonio che poi è uscita di scena saltando la corda.
Una piccola anticipazione di ciò che sarà Interferenze 2009.

Il 25 a Teramo e il 26 a L’Aquila, il festival proporrà lavori che riguarderanno tutte le arti urbane, presentando performers di musica, danza, teatro, installazioni, video, collaudando il connubio tra esibizioni “a sorpresa” per gli ignari passanti e postazioni perfettamente organizzate e attrezzate dove si alterneranno gli artisti ad orari prestabiliti.
Da diverso tempo ormai gli artisti pensano a spazi e modi diversi di rendere fruibile la loro arte, esplorando le aree urbane: la città diviene generatrice di suggestioni, fonte di ispirazione che si traduce in movimento, in una scenografia mutevole e visionaria.
Per gli artisti lavorare in piazza, sulla strada, nella villa comunale è scegliere la gente, tutta; tendere la mano anche a chi non entrerebbe mai a teatro, a chi, spontaneamente, non si avvicinerebbe mai all’arte contemporanea, significa scegliere tutti, senza distinzione di età o di estrazione sociale.

Alcuni sono vecchi amici del festival, come Giacomo Calabrese, tra i protagonisti in assoluto della prima edizione, la sua immagine col corpo dipinto di bianco che urla muto ha conquistato tutti; quest’anno è accompagnato da Adele Madau, violinista spagnola di fama internazionale.
Tra gli affezionati di Interferenze ricordiamo Simona Bertozzi, Mara Di Giammatteo e Alessandra Cocchi, amici che hanno contribuito alla riuscita delle passate edizioni e porteranno quest’anno nuove produzioni sempre all’insegna della sperimentazione.
Altri artisti sono nuovi e graditi ospiti del festival, nomi importanti, di prestigio internazionale, come Ersilia Danza, Jhonny Schoofs e Maarten Hunink e importanti realtà dell’aquilano quali l’Uovo Teatro Stabile d’Innovazione e il TSA Teatro Stabile d’Abruzzo, il Gruppo E-motion, Alessandro Antonucci e i Metropolis.

Un particolare ringraziamento va a chi ha creduto in questo progetto e ne ha consentito la realizzazione, in particolare al Gruppo Consorzio Etruria, main sponsor; alle istituzioni che hanno sostenuto Interferenze come la Regione Abruzzo, la Provincia de L’Aquila e la Città di Teramo; agli altri sponsor Ruzzo reti, BIM, Banca di Teramo, Banca dell’Adriatico, Pentatek. Service Time, Gruppo Bison, GDM Costruzioni, Taddei SpA, Maltauro Costruzioni, Edimall, Pittini, Donati SpA, Julia Servizi, MCM Immobiliare, Baltour.

Tutti gli spettacoli saranno completamente gratuiti.

Teramo 25 settembre 2009
zona Piazza Martiri della Libertà
10.20/12.30
19.00/21.00
22.30/24.00

L’Aquila 26 settembre 2009
zona Villa Comunale
19.30/22.15

In caso di pioggia gli spettacoli in programmazione per il 25 settembre si terranno alle ore 21 presso WAREHOUSE contemporary art, via G. C. Cansanese 51, San Nicolò, Teramo.

Infoline 0861.212593
www.festivalinterferenze.com

Interferenze

Interferenze
InterferenzeInterferenzeMara Di Giammatteo

Ultimi interventi

Vedi tutti