Questo sito contribuisce alla audience di

Installazione di MySql sotto Linux (seconda parte)

Con questo intervento termina l'introduzione a MySQL.

Riprendiamo da dove avevamo terminato nel precedente intervento, nel quale ci eravamo collegati al database come utente root. Tale utente e’ di fondamentale importanza, in quanto puo’ controllare l’intero database server. Viene installato senza password (infatti ci siamo collegati digitando semplicemente il nome), quindi e’ importante ricordarsi di cambiarla.

Iniziamo selezionando il database su quale lavorare:

USE mysql;

Si tratta di un database installato di default, utilizzato, fra le altre cose per registrare gli utenti e le loro password; quindi per cambiare quella dell’utente root:

SET PASSWORD FOR root=PASSWORD(’prova’);

Per sconnetterci digitiamo:

QUIT

Oppure la combinazione di tasti Control-D

Vediamo come collegarci al server (di indirizzo 192.168.0.1) partendo da un’altra macchina (sulla quale deve essere installato il client):

mysql -h 192.168.0.1 -u root -p prova

Come prima query, richiediamo al server la versione installata, la data di sistema e l’utente con cui siamo connessi:

SELECT VERSION(), CURRENT_DATE, USER();

MySQL non e’ case sensitive, quindi i comandi possono essere digitati sia in maiuscolo che in minuscolo.

Per provare a digitare qualche istruzione sql creiamoci un database di prova:

CREATE DATABASE db_prova;

SHOW DATABASES;

Con quest’ultima istruzione verifichiamo che il database sia stato creato e contemporaneamente controlliamo quali sono i database presenti sul server.

Colleghiamoci al database appena creato:

USE db_prova;

Il database e’ vuoto, per verificarlo digitiamo:

SHOW TABLES;

quindi creiamo una tabella:

CREATE TABLE t_prova(

col1 int(5) not null,

col2 char(25) not null,

col3 char(30) null,

primary key (col1)

);

Per verificare la struttura della tabella:

DESCRIBE t_prova;

A questo punto popoliamola con un paio di record:

INSERT INTO t_prova

(col1,col2,col3)

VALUES

(1,’x',’y');

INSERT INTO t_prova

(col1,col2,col3)

VALUES

(2,’z',’t');

Come ultima cosa verifichiamo l’inserimento estraendo tutti i record:

SELECT * FROM t_prova;

L’introduzione a MySQL puo’ considerarsi conclusa, prossimamente vedremo le tecniche di amministrazione del database.

Le categorie della guida