Questo sito contribuisce alla audience di

Il linguaggio pl/sql - ottava parte

Object Type

Oracle 8 e’ un database relazionale ad oggetti (ORDBMS), cioe’ un database relazionale che supporta strutture tipiche della programmazione object oriented.

Prima di addentrarci nella descrizione di queste caratteristiche, vediamo quali sono i vantaggi ottenuti dall’utilizzo di tali strutture:

Riuso: gli oggetti creati possono essere riutilizzati.
Standardizzazione: utilizzando piu’ volte gli stessi oggetti si vengono a creare degli standard.
Controllo sull’accesso ai dati: definendo delle funzioni per l’accesso agli oggetti (sia lettura che scrittura).

Un oggetto e’ un tipo composto definito dall’utente (quindi non un tipo primitivo, come potrebbe essere un number o un varchar2), che comprende anche le funzioni di accesso, chiamate metodi. Le variabili che ne formano le strutture sono dette attributi.

Come esempio consideriamo l’oggetto “automobile”, esso avra’ una serie di attributi come il colore, la cilindrata, la velocita’, lo stato (accesa o spenta) etc. Inoltre sara’ necessario definire una serie di operazioni (metodi) che possono essere effettuate sull’oggetto, come accendere, spegnere, accelerare o frenare.

Esattamente come i package, gli oggetti sono composti da due parti, una pubblica (specification) che rappresenta l’interfaccia verso le applicazioni ed una privata (body) che racchiude l’implementazione dei metodi.

E’ necessario dichiarare nelle specifiche prima tutti gli attributi (deve essercene sempre almeno uno, fino ad un max di mille) e poi i metodi. Non e’ possibile definire attributi all’interno del body, mentre e’ possibile dichiarare un oggetto composto da soli attributi, in questo caso sara’ privo di body.

continua…

Le categorie della guida