Questo sito contribuisce alla audience di

Moscato di Trani passito, che estasi

Nel 1974 il Moscato di Trani è stato insignito della Denominazione di Origine Controllata, ma già intorno agli anni Mille era un vino conosciuto oltre che in Puglia (terra d’origine ) anche nel resto della Penisola.

Nel 1974 il Moscato di Trani è stato insignito della Denominazione di Origine Controllata, ma già intorno agli anni Mille era un vino conosciuto oltre che in Puglia (terra d’origine ) anche nel resto della Penisola.

La grossa notorietà di questo vino fu principalmente merito proprio, ma anche dei Veneziani ( potenti commercianti con una flotta navale imponente) che cominciarono a commerciarlo vedendoci grandi possibilità di guadagni. A quel tempo infatti ci furono accordi commerciali con il Conte di Trani che agevolarono la conoscenza di questo vino . Il Moscato di Trani è anche uno dei vini più antichi della Puglia.

Il Moscato di Trani si ottiene con solo uve di Moscato Reale raccolte esclusivamente a mano. L’uva matura già ai primi di Agosto viene invece lasciata sulla pianta ad appassire ( vendemmia tardiva ) fino al giusto raggiungimento di zuccheri e profumi.

Nella vendemmia si scelgono solo grappoli sani, le uve poi vengono disparate e pigiate a freddo per 24 ore e lasciate a fermentare almeno due mesi.

Ne risulta un vino piacevolmente equilibrato, di grande corpo, elegante finezza e armonico. Alla degustazione la sensazione calorica si avverte subito, dovuta non solo alla gradazione alcolica elevata, ma anche ai polialcoli e glicerina presenti. E’ un vino di fine pasto da proporre con dolci a pasta secca o gelato, ma eccellente anche nelle preparazione dei cibi. Da provare in cucina nelle cotture di risotti ai formaggi, carni bianche e cacciagione di piume aggiungendo una piccola quantità di vino nel finale a cottura quasi terminata.

Vino degustato: Moscato di Trani Passito 2007.

Tipologia: Bianco dolce DOC.

Uve: Moscato Reale 100%.

Gradazione: 14,5%.

Esame Visivo: Giallo dorato brillante, di grande consistenza.

Esame olfattivo: I profumi sono di rara piacevolezza ed eleganza, note aromatiche date direttamente dal vitigno, si percepiscono note burrose e mielose, nette sensazioni di frutta e fiori gialli, sentori di vaniglia,
cioccolato bianco e per concludere la mandorla.

Esame gustativo: Raffinatissmo, con dolcezza garbata e persistenza infinita.

Abbinamento: Oltre ad essere un vino di fine pasto da proporre con dolci a pasta secca, o gelato, o da aperitivo con il patè di fois gras, o con le ostriche, è eccellente anche nelle preparazione dei cibi. Da provare in cottura di risotti ai formaggi, carni bianche e cacciagione di piume aggiungendo una piccola quantità di vino nel finale a cottura quasi terminata.

Temperatura di servizio: 14°C- 15°C.

Prezzo di vendita al pubblico in negozio: €22,90- € 28,90.

Punteggio: 93/100

Conclusione: Il Migliore Moscato di Trani passito in assoluto, un’estasi.

Per informazioni o acquisto Moscato di Trani online, contattare l’enoteca Le Cantine Dei Dogi al nr.
0415489920.

Botti in legno per la conservazione del vino

Botti in legno per la conservazione del vinoVigneto Moscato di TraniGrappolo d'uva Moscato Reale al 10 LuglioGrappolo d'uva Moscato Reale al 15 AgostoGrappolo d'uva Moscato Reale al 15 OttobreGrappolo d'uva Moscato Reale al 10 LuglioGrappolo d'uva Moscato Reale al 30 OttobreGrappolo d'uva Moscato Reale al 30 SettembreVasca di vinificazione originale di TraniVasca di pietra originale di TraniViticoltore Franco di Filippo